Vivere con loro

Vaccini per cani: perché vaccinarli? Contro quali malattie?

ADVERTISING

Da qualche mese, il numero di persone che si rifiuta di vaccinare il proprio animale sembra essere aumentato negli Stati Uniti e in Gran Bretagna, al punto da preoccupare le associazioni veterinarie.

 

La spiegazione a questo fenomeno viene dal movimento anti vaccini, molto popolare oggi, che diffonde la notizia che i vaccini favoriscono l'apparizione dell'autismo.

 

1. Il mio cane può essere autistico?

 

La teoria che collega i vaccini e l'autismo nei bambini risale al 1998, supportato da uno studio pubblicato su una rivista medica inglese, The Lancet. Come è stato dimostrato, lo studio è falso, e il suo autore principale, Andrew Wakefield, è stato radiato dall'albo dei medici inglese.

 

Tuttavia, questa teoria persiste ancora oggi, creando delle epidemie di morbillo in alcuni stati americani e in Europa. Oggi, arriva fino a toccare i vaccini destinati agli animali da compagnia, soprattutto per i cani.

 

chien autisteFonte : Sharon Veterinary Clinic

 

Tuttavia, come spiega l'associaizone dei veterinari inglesi:

 

Non esiste attualmente alcuna prova scientifica valida che indichi che i cani possano essere autistici (o che possano diventarlo a causa dei vaccini). Gli effetti collaterali potenziali dei vaccini sono rari e largamente controbilanciati dai vantaggi apportati dalla protezione contro la malattia.

 

Interrogata dal Brooklyn Paper, Stephanie Liff, una veterinaria, conferma queste dichiarazioni:

 

L'autismo non è mai stato diagnosticato a un cane. Non penso sia possibile. 

 

La veterinaria spiega poi che la maggior parte delle tendenze osservate in medicina veterinaria discendono da quelle osservate nella medicina per gli esseri umani. I proprietari degli animali da compagnia hanno la tendenza a voler applicare le cure umane quando si prendono cura del loro cane o del loro gatto.

 

2. Perché vaccinare il mio cane?

 

La vaccinazione quindi è essenziale per gli animali, anche perché protegge gli umani dalle zoonosi, ovvero le malattie che possono essere trasmesse dall'animale all'uomo.

 

È anche molto più difficile per un cane non contrarre le malattie che i vaccini annullano. In particolare perché l'alimentazione dei cani è molto diversa da quella dell'uomo. 

 

maladies chienSource : Omlet

 

Secondo Stephanie Liff, il fatto che un cane mangi le crocchette destinate a un altro cane o a un altro animale, ad esempio, aumenta di molto il rischio di contrarre delle malattie.

 

Controllare l'alimentazione è quindi molto più importante per evitare che le malattie si propaghino quando è impossibile controllare efficacemente tutta la popolazione di cani randagi. 

 

Sempre secondo Stephanie Liff, ci sono "più malattie che possono essere evitate grazie ai vaccini che ragioni per cui non bisognerebbe vaccinare".

 

3. Tutti i vaccini per i cani

 

In Italia, non esistono vaccini obbligatori per i cani. Quando un peloso viaggia, è obbligatorio però che sia vaccinato contro la rabbia, ma è l'unica vaccinazione prevista dalla legge.

 

I principali vaccini raccomandati per mantenere il vostro cane in buona salute lo proteggono dalle seguenti malattie:

  • Il Cimurro: un virus mortale per il quale non esiste una cura.
  • L'Epatite infettiva del cane: una malattie del fegato che si trasmette con altri cani malati.
  • La leptospirosi: una malattia mortale, trasmessa dai roditori e trasmissibile agli umani.
  • La parvovirus: un virus mortale che colpisce il cuore e l'intestino.
  • La tosse canina: una malattia frequente nei canili che può velocemente evolvere in una polmonite.
  • La leismaniosi: una malattia trasmessa dalla puntura di un une zanzara o di un insetto che attacca gli organi e il sistema immunitario del cane.
  • La piroplasmosi: una malattia trasmessa dalle zecche.

 

Un cucciolo può essere vaccinato a due mesi dalla nascita, dopo essere stato svezzato. Prima, viene protetto dagli anticorpi presenti nel latte materno. Assicuratevi di ricordavi i richiami che servono a proteggerlo in modo continuativo.

 

Tra queste quelle 'core', ovvero consigliate per tutti i soggetti, sono i vaccini per il cimurro, l'epatite infettiva e il parvovirus. In ragioni a statuto speciale però, come in Sardegna o in Trentino Alto Adige, la legislazione è diversa. Contattate il vostro veterinario di fiducia per verificare le condizioni della vostra regione o provincia.

 

Fonte : The New York Times / Brooklyn Paper

ADVERTISING

About the author

Giulia Preci