In loro difesa

Una sconvolgente video-inchiesta fa luce sugli allevamenti di tacchini negli Stati Uniti

ADVERTISING

Lundi 20 novembre, l'associazione americana Direct Action Everywhere (DxE), conosciuta per essersi infiltrata in un allevamento intensivo per denunciare la cattive condizioni di vita degli animali, ha pubblicato un video ed alcune foto sconvolgenti sugli allevamenti di tacchini nello Utah.

 

Fonte: Direct Action Everywhere

 

Le immagini mostrano le condizioni di vita estreme di questi animali: 10 000 sono costretti in un unico capannone e la maggior parte di loro sono feriti o malati, a volte a tal punto da farsi uccidere e farsi mangiare dai loro simili.

 

"Non avevo mai visto nulla di così spaventoso"

 

Per diversi mesi, una squadra di volontari della DxE si è infiltrata in 14 capannoni, dove vengono allevate decine di migliaia di tacchini per conto di Norbest, produttori di alimenti a base di tacchino.

 

Siccome l'etichetta Norbest – che tratta 5 milioni di tacchini all'anno – dichiara sul suo sito che le sue "pratiche di produzione sono rispettose" e che "da' grande importanza al benessere e alla salute degli animali", le pratiche filmate sembrerebbero indicare il contrario.

 

Fonte: Direct Action Everywhere

 

A causa delle condizioni estreme di allevamento, molti animali erano gravemente feriti. Alcuni di loro presentavano dei tumori e delle cisti all'altezza della testa e si stava diffondendo un'epidemia di epatite. Queste condizioni hanno scioccato anche i volontari più agguerriti dell'associazione. Wayne Hsiung racconta al giornale The Salt Lake Tribune :

 

Sono dieci anni che mi batto per la causa animale e non avevo mai visto nulla di così spaventoso.

 

"Il mio scopo è di fare in modo che non succeda mai più"

 

Davanti a queste rivelazioni, Matt Cook, CEO della Norbest, ha subito risposto attraverso un comunicato pubblicato sul sito della casa produttrice. Secondo lui, non si trattava della prima segnalazione contro i metodi di allevamento degli allevatori. Inoltre, la casa stessa aveva già constatato delle violazioni riguardo il benessere degli animali. Dopo aver chiesto agli allevatori di adeguare la procedura alle politiche interne dell'azienda, ha sospeso il contratto all'inizio del mese di novembre.

 

Fonte: Direct Action Everywhere

 

Matt Cook si è detto "deluso" di constatare che gli allevatori non avevano preso alcuna misura per migliorare le condizioni di vita dei tacchini. Ora, si dice pronto a prendere dei provvedimenti affinché gli allevatori rispettino gli standard.

 

Riesamineremo ogni tappa del processo di formazione e ispezione per assicurare che stiamo facendo il massimo per garantire il rispetto dei nostri standard riguardo il benessere degli animali. Il mio obiettivo è di fare in modo che non succeda mai più.

 

Verso una maggiore trasparenza

 

Per raggiungere questo obiettivo, la Direct Action Everywhere ha dovuto infrangere la legge dello stato dello Utah. Infatti, lo Stato vieta di infiltrarsi negli allevamenti per filmare o scattare foto.

 

La DxE spera che le sua azioni permetteranno alle autorità di capire che è necessario rendere più trasparente il sistema di produzione del cibo nel paese. L'associazione ha lanciato una petizione online rivolta al CEO della Norbest, per chiedergli di non lavorare più con gli allevamenti che maltrattano i tacchini. Per firmare la petizione, cliccate qui.

 

Per guardare la video-inchiesta dell'associazione, cliccate in basso:

 

Fonte: Direct Action Everywhere

 

* * *

Noi di Holidog vogliamo migliorare la vita degli animali da compagnia: ti aiutiamo a trovare una famiglia che si prenda cura del tuo cucciolo quando sei in viaggio (prova il servizio di petsitting) e a renderlo felice con una scatola regalo mensile piena di giochi e snack golosi (ottieni una scatola gratis). Grazie per la tua fiducia!

 

ADVERTISING

About the author

Elena Tinti