Attualità cane News

Un cane è stato abbattuto in un rifugio mentre si trovava in travaglio. Comunità sotto shock

ADVERTISING

Il 10 maggio, un volontario dell’ Amarillo Animal Management and Welfare ha postato sui social network il suo disgusto dopo aver visto un cane essere abbattuto mentre nel bel mezzo del travaglio per partorire i suoi cuccioli in un rifugio. Dopo il post, le è stato chiesto di dimettersi.

 

Secondo News Channel 10 che ha diffuso la notizia, Dacia Anderson, la volontaria ha dichiarato:

 

Ero disgustata, terrorizzata, come quando una cosa che si crede giusta si rivela essere completamente sbagliata. 

 

Dopo aver visto il cane partorire un cucciolo, ha subito chiesto agli altri membri dello staff di portare una whelping box, una specie di incubatrice per cani, alla cagnolina. Tuttavia, tornando dopo un po’ per verificare come stava il cane, ha scoperto che l’avevano abbattuta. Anderson ha dichiarato:

 

È stata abbattuta mentre era in travaglio. Non prima, non dopo, ma durante. 

 

Dopo aver tentato di esprire le sue perplessità ai superiori e aver parlato con un agente, La Anderson ha deciso di fare un post su Facebook. Il post ha raggiunto molte persone, raccogliendo più di 1,500 like e migliaia di condivisioni.

 

Please let me be VERY clear. The Amarillo-Panhandle Humane Society is a separate entity. They handle adoptions and…

Posted by Dacia Anderson on Thursday, May 31, 2018

 

Dopo aver ricevuto molte minacce al rifugio, il direttore Richard Havens ha raccontato un’altra versione della storia:

 

Il proprietario del cane in questione ha chiamato noi e la polizia nel mezzo della notte perchè aveva paura del suo stesso cane. Il cane era diventato aggressivo verso la famiglia e gli altri animali. La mattina seguente abbiamo abbattuto il cane perchè rappresentava un rischio per la salute cittadina. I proprietari non volevano il cane. Hanno legalmente affidato la custodia alla città di Amarillo e abbiamo provveduto al cane il mattino seguente. 

 

Ha continuato dicendo che abbattere un cane non è mai facile e non è una decisione da prendere alla leggera. Ha spiegato dicendo che se si fossero prese le necessarie precauzioni a suo tempo, addestrando il cane a dovere, questa decisione non si sarebbe dovuta prendere.

 

Tuttavia, Anderson insiste dicendo che il cane non era aggressivo e che il personale del rifugio aveva l’obbligo morale di fare la cosa giusta. Racconta:

 

Una volta che un animale arriva nella struttura, hanno l’obbligo morale di fare la cosa giusta per l’animale nella maniera più. umana possibile. E quello che ho visto non era umano. 

 

Quando interpellati sulle politiche per abbattere un animale che aspetta dei cuccioli, Havens risponde che dipende dalla situazione:

 

Ogni situazione è valutata caso per caso, e si guarda all’adottabilità dell’animale, quanto avanti sono con la gravidanza, e poi considerazioni puramente mediche la cui decisione finale spetta al nostro veterinario del rifugio, che si occupa dello stato di salute generale di tutti gli animali del rifugio. E alla fine, la migliore opzione è sempre quella di sterilizzare. La nostra comunità è già sovraffollata di animali abbandonati. Perchè dovremmo incoraggiare la nascita di nuovi animali in questa comunità?

 

Secondo America Humane, nel 2016, il 56% dei cani che arrivano ai rifugi vengono abbattuti perchè non vengono adottati.

 

Sia Anderson che Havens incoraggiano la comunità a farsi avanti e prendere in affidamento o adottare gli animali in modo che questi incidenti non si verifichino più.

Fonte: News Channel 10

ADVERTISING

About the author

Louise Springham