In loro difesa

Torna sui palchi di Las Vegas lo spettacolo che sfrutta grandi felini per il semplice profitto, nonostante le forti critiche

Las Vegas, la città più popolosa del Nevada, Stati Uniti, è conosciuta come capitale mondiale del gioco e del vizio. Purtroppo, per assicurare il divertimento ai milioni di visitatori che passano ogni anno per la città degli eccessi, molti animali tenuti in cattività vivono in condizioni discutibili.

 

Fonte: ADI

 

Dirk Arthur, un mago americano, è conosciuto in molti locali e casinò della città per i suoi spettacoli con animali, con cui si esibisce dal 1990. Nonostante l'opinione pubblica lo consideri rispettoso e riguardevole nei confronti degli animali con cui condivide il palco, un video diffuso nel 2015 dall'associazione Animal Defenders International lo dipinge ben diversamente.

 

Fonte : ADI

 

Christina Scaringe, consigliere generale dell'associazione, racconta al sito The Dodo :

 

Per poter ricavare del guadagno, questi spettacoli vengono montati su mezzi economici e pratici. Come si vede dal video ripreso dalle telecamere nascoste di ADI, i felini di Arthur sono chiusi dentro a mura di cemento e devono sopportare fino alle 6 ore di viaggio dentro a minuscole gabbie, per poi esibirsi solo qualche minuto.  

 

Una volta sul palco, poi, continuano a soffrire a causa dei forti rumori e delle luci. Il loro benessere e il loro bisogni non sono certo la priorità in questo spettacolo, e non c'è nulla di naturale nel tipo di vita che sono obbligati a condurre. 

 

Nel 2016, gli animalisti di tutto il mondo hanno gioito alla notizia che lo spettacolo di Dirk Arthur era stato tolto dalla programmazione, per ragioni sconosciute. Purtroppo, un anno più tardi, il casinò Westgate di Las Vegas ha annunciato che lo spettacolo tornerà ancora per qualche data.

 

Fonte: ADI

 

Questa volta però, ci saranno solo due animali in scena: un leopardo delle nevi e una lince. Nonostante la diminuzione degli animali coinvolti nello spettacolo, il loro benessere resta discutibile. Christina Scaringe continua:

 

Le due bestie fanno parte di quegli animali vittime della loro bellezza, uccisi per la loro pelliccia e i loro organi. Questi spettacoli banallizzano e contribuiscono al problema del traffico illegale di animali. Se vogliamo veramente proteggere la fauna selvatica, dobbiamo mettere fine a questo genere di spettacolo, che mette in mostra gli animali come se fossero dei giocattoli o degli accessori e per di più tenendoli dentro a gabbie di cemento e casse da trasporto, per il nostro divertimento. 

 

Fonte: ADI

 

Nonostante tutto, Christina Scaringe riserva grandi speranze per il futuro, grazie al rapido cambiamento di mentalità che si è verificato negli ultimi anni:

 

Sempre più americani voltano le spalle a questo tipo di intrattenimento, poiché capiscono che gli animali selvatici devono vivere in natura e non a Las Vegas. ADI sta insistendo affinché il casinò Westgate abbandoni questo spettacolo una volta per tutte. 

 

Per sostenere l'associazione Animal Defenders International e aiutarla nella sua lotta, è possibile fare una donazione cliccando qui.

 

Per guardare il video dell'associazione girato dalle telecamere nascoste, cliccate in basso:

 

* * *

Noi di Holidog vogliamo migliorare la vita degli animali da compagnia: ti aiutiamo a trovare una famiglia che si prenda cura del tuo cucciolo quando sei in viaggio (prova il servizio di petsitting) e a renderlo felice con una scatola regalo mensile piena di giochi e snack golosi (ottieni una scatola gratis). Grazie per la tua fiducia!

 

ADVERTISING