News Vivere con loro

Si possono clonare i cani, ma dovremmo davvero farlo?

ADVERTISING

In un intervista a Variety, la cantante e attrice Barbara Streisand ha rivelato che due dei suoi tre cani Coton de Tulear sono stati clonati dal suo ultimo cane Samantha, morto l'anno scorso all'età di 14.

 

La Streisand ha raccontato a Variety che le cellule prese dalla stomaco e dalla bocca di Samantha sono state utilizzate per creare due cloni, chiamati Miss Violet e Miss Scarlett.

 

Fonte: Variety

 

La vincitrice di ben due Oscar ha rivelato durante l'intervista:

 

Hanno un carattere diverso… Sto aspettando che diventino adulti per vedere se hanno i suoi stessi occhi marroni e la sua stessa compostezza e serietà. 

 

Non sono stati rivelati i dettagli sul perché la Streisand abbia voluto clonare il suo cane e dove siano effettivamente stati creati questi cloni.

 

Anche se è possibile già da qualche anno clonare il proprio cane, non è sicuramente alla portata di tutti, con un prezzo che va oltre i 50 000 $. Le aziende come ViaGen in Texas e Sooam Biotech in Corea del Sud entrambe offrono questo servizio a chi è disposto a sborsare cifre esorbitanti ma la discussione sulla moralità rimane ancora attuale.

 

Come sono clonati i cani?

 

Come potrete ben immaginare, il processo di clonazione di un cane non è semplice, e richiede la presenza di altri cani per riuscire a far nascere il clone.

Fonte: Instagram. Barbara Streisand

 

In un intervista con la rivista Scientific American, l'autore di un libro sulla clonazione canina Woestendiek ne spiega il processo :

 

Oltre al campione di tessuto del cane originale, i clonatori hanno bisogno anche di recuperare degli ovuli da un cane in calore — una dozzina almeno. E, dopo aver colpito con una scarica elettrica le cellule fecondate per fare in modo che incomincino a dividersi, è necessario avere una cagnolina come madre surrogata per partorire i cuccioli clonati.

 

Durante il processo, viene rimosso il nucleo dall'ovulo del donatore e viene iniettato il materiale genetico dell'animale che deve essere clonato.

 

Sia ViaGen che Sooam Biotech confermano sul loro sito internet che per creare i loro cloni utilizzano il processo che prevede una vera nascita. Una volta che l'embrione clonato viene impiantato nella madre surrogata, bisogna aspettare circa 60 giorni prima del parto, che avviene per la maggior parte tramite cesareo.

 

Tuttavia, Sooam Biotech ha dichiarato ai media che il processo di clonazione funziona solo il 33-40% delle volte, e quindi c'è un alto rischio di aborto.

 

I cani clonati sono davvero uguali?

 

Anche se gli animali clonati hanno lo stesso identico materiale genetico del donatore, ci possono essere diverse modalità in cui questi geni sono espressi. Per esempio, il colore degli occhi o le striature possono essere diverse.

 

Fonte: Dogster

 

Quindi non è così strano che entrambi i cloni di Samantha della Streisand abbiano una personalità differente. Il carattere è influenzato dall'ambiente in cui i cuccioli nascono e crescono, quindi è improbabile che possa essere ricreato in laboratorio.

 

I cani clonati sono sani?

 

Secondo la FDA (Organo amministrativo americano per il cibo e le medicine), i cani clonati sono generalmente in salute e nonostante i cani abbiano un sistema riproduttivo più complicato, si possono riprodurre dei cloni in salute, anche se il processo è più difficile.

 

All'inizio, gli scienziati erano preoccupati che i cani clonati sarebbero invecchiati più velocemente dai cani nati naturalmente ma fortunatamente questo non è il caso.

 

Il primo clone canino fu creato nel 2005—un Segugio Afgano chiamato Snuppy in Corea del Sud. Snuppy è morto all'età di 10 anni, e visto che la speranza di vita media della sua razza è di 11 anni, gli scienziati lo considerano un buon risultato.

 

Is dog cloning controversial?

 

Diversamente dall'industria agricola, la clonazione di cani e dagli animali domestici non ha una regolazione precisa. Ma tuttavia, il dibattito è sempre aperto. Nel 2005 lo stato della California negli Stati Uniti ha tentato di far passare una legge per vietare questa pratica. Come motivazione, sono stati portati all'attenzione dei possibili problemi di salute e le preoccupazioni sull'impossibilità di avere un effettivo controllo sugli animali se i proprietari si rivolgessero sempre ai laboratori per ottenere un animale domestico invece che ai rifugi. Alla fine, il divieto non è passato.

 

Fonte: Today

 

Alcuni animalisti si oppongono a questa pratica, infatti Vicki Katrinak della Humane Society ha dichiarato sull'argomento :

 

Humane Society degli Stati Uniti si oppone alla clonazione di qualsiasi animale per scopi commerciali a causa dei grandi problemi sul benessere animale. Le aziende che si propongono di clonare gli animali domestici a pagamento stanno cercando di spillare soldi a disperati amanti degli animali vendendogli la falsa promessa di una replica esatta del loro amato animale domestico. La clonazione degli animali domestici non è davvero necessaria quando ci sono milioni di gatti e cani che aspettano una casa. 

 

All'inizio di quest'anno, un'altra scoperta scientifica controversa sullo stesso argomento, le due scimmie clonate in un laboratorio cinese, le prime della loro specie.

 

Fonte: National Geographic

ADVERTISING

About the author

Giulia Preci