In loro difesa News

Scoperti più di 40 cani e gatti prigionieri nello zoo dei maltrattamenti

ADVERTISING

Quando Coleen Hegarty, una donna originaria del Massachusetts (Stati Uniti), si reca in Bahrain in seguito a una borsa di studio, non si aspettava di fare una simile scoperta, come riporta il sito The Dodo.

 

Lo scorso maggio, mentre viaggiava in macchina alla scoperta del territorio, ai confini con l'Arabia Saudita, la giovane scorge un cartello che pubblicizzava uno zoo. Spinta dalla curiosità, Coleen decide di varcarne le porte.

 

zoo-chats-chiens-bahrein-1Fonte: Coleen Hegarty

 

E' allora che ha un brusco risveglio. Oltre agli animali esotici tradizionali, lo zoo accoglieva anche cani e gatti. Ma una cosa li accomunava tutti: le condizioni disumane in cui erano detenuti e il comportamento dei visitatori. La giovane ha rivelato a The Dodo:

 

Sono rimasta scioccata entrando nello zoo. Il maltrattamento di animali è considerato normale, e i visitatori non solo si divertono, ma peggiorano le cose scuotendo le gabbie, gettando dei rifiuti agli animali e facendogli volontariamente del male colpendoli con dei bastoni attraverso le grate.

 

zoo-chats-chiens-bahrein-2Fonte: Coleen Hegarty

 

Coleen ha notato che gli animali soffrivano di malnutrizione. Ricoperti da parassiti, camminavano tra i loro stessi escrementi. Alcuni di loro avevano la cute bruciata dai raggi del sole.

 

La ragazza, incapace di restare a guardare, cerca di convincere il gestore a lasciare andare qualche animale. L'uomo accetta, ma solo per i cani e gatti meticci, dai quali non avrebbe potuto guadagnare nessun profitto facendoli riprodurre.

 

E' così che Coleen, capitata nello zoo degli orrori per caso, si ritrova a partire in compagnia di 24 gatti e 20 cani, tutti ridotti in uno stato indescrivibile.

 

zoo-chats-chiens-bahrein-3
Fonte: Coleen Hegarty

 

La priorità era curarli. La giovane lancia una raccolta fondi online per sopperire alle spese mediche. La lista delle malattie da curare è lunga e varia: piroplasmosi, zecche, malnutrizione, colite…

 

Alcuni di loro presentavano fratture oltre a disturbi comportamentali, come ansia da stress e aggressività. Non migliori sono le condizioni di felini, infestati da pulci e affamati.

 

zoo-chats-chiens-bahrein-4
Fonte: Coleen Hegarty

 

Purtroppo, non tutti gli animali salvati riescono a sopravvivere, e lo stato di salute dei sopravvissuti rende difficile la loro adozione. Nonostante ciò, 18 gatti e 5 cani riescono a trovare una nuova casa in Bahrain. I restanti verranno inviati negli Stati Uniti, in Florida. Coleen stessa adotta un cagnolino, Cooper.

 

zoo-chats-chiens-bahrein-5
Fonte: Coleen Hegarty

 

Purtroppo, due cani sono ancora prigionieri nello zoo di Arman. Coleen racconta:

 

I diritti degli animali sono quasi inesistenti in Bahrain. Poiché il governo non fa nulla a riguardo, cerco di far conoscere la realtà di questo zoo al pubblico più vasto possibile per provare alle autorità locali che questi animali contano agli occhi della comunità internazionale.

 

Coleen ha inoltre lanciato una petizione per richiedere la chiusura dello zoo di Arman. Per firmarla, recatevi qui.

Se volete sostenere le cure degli animali salvati da Coleen, potete recarvi ugualmente sulla pagina Gofundme.

 

Fonte: The Dodo

ADVERTISING

About the author

Andrea A.