Storie appassionanti

Salva un calabrone e crea un’amicizia molto speciale con lui

ADVERTISING

Fiona Presly, originaria della Scozia, ha avuto un incontro abbastanza originale l'anno scorso. Mentre era in giardino, ha trovato un calabrone regina per terra. L'insetto sembrava smarrito e Fiona, preoccupata che venisse schiacciato, ha deciso di spostarlo su un fiore, come riporta il sito americano  The Dodo.

 

Fonte : Fiona Presly

 

Ma quando l'ha preso sulla mano, Fiona ha notato un dettaglio molto particolare. Il calabrone non aveva le ali. Desiderosa di aiutarlo il più possibile, Fiona gli ha dato un po' d'acqua zuccherata, l'ha appoggiato su un cespuglio e e si è dedicata ad altro per un paio d'ore. Ma tornata per vedere come stava, il calabrone era sempre lì, fermo.

 

Fonte : Fiona Presly

 

Fiona ha deciso quindi di portarselo a casa, visto che il tempo stava per peggiorare.

 

L'ho preso con me quella sera, per farlo stare al caldo e nutrirlo. Pensavo di liberarlo il giorno seguente, ma c'era ancora brutto tempo. E quindi l'ho tenuto con me in casa.

 

Fonte : Fiona Presly

 

Fiona ha poi contattato l'associazione Bumblebee Conservation Trust, per capire come era meglio muoversi. L'assenza di ali nel calabrone, battezzato Bee, si spiegava con un virus che gli aveva impedito di svilupparsi. Le possibilità di sopravvivenza in natura dell'insetto erano molto basse.

 

Fonte : Fiona Presly

 

La scozzese era decisa a non abbandonare Bee al suo triste destino e ha fatto di tutto per aiutarlo. Gli ha costruito un piccolo giardino protetto, dove potesse vivere fuori dai pericoli. Gli portava regolarmente dell'acqua zuccherata e era pronta a metterla al riparlo quando il tempo non era dei migliori.

 

Fonte : Fiona Presly

 

Si è creato un forte legame tra Bee e Fiona, come spiega lei stessa:

 

Veniva verso di me e si arrampicava sulla mia mano. Sembrava felice di vedermi. E questo mi ha fatto pensare: è una cosa davvero speciale questa che mi sta capitando. 

 

Fonte : Fiona Presly

 

Fiona continua:

 

Penso che sbocciasse grazie alla compagnia, anche di un'altra specie. Sono delle creature naturalmente socievoli. È nel loro istinto. 

 

Un calabrone regina vive generalmente qualche mese, dopo aver passato la primavera e l'estate a costruire il nido, prima di morire in autunno. Grazie a Fiona, Bee ha vissuto molto più a lungo, ma alla fine, è giunta anche la sua ora.

 

Fonte : Fiona Presly

 

Cinque mesi dopo averlo salvato, il calabrone regina si è spenta tra le mani della sua soccorritrice.

 

Ero triste quando è morta, ma sapevo che stava per accadere. Era già più vecchia di quello che sarebbe stata in natura. È stato davvero speciale vivere a fianco di una piccola creatura come Bee. Per me è incredibile come sia riuscita a sopravvivere per più di qualche settimana

 

 

Fonte : Fiona Presly

 

Fiona ha seppellito il corpo di Bee nel suo giardino, con un fiore. La sua esperienza con il calabrone ha cambiato la sua percezione degli insetti. Conclude:

 

Penso ci siano tante cose che non sappiamo. 

 

Fonte : The Dodo

ADVERTISING

About the author

Andrea A.