In loro difesa News

Salva 1000 cani destinati ad essere consumati al festival dell’orrore. E non intende fermarsi

ADVERTISING

Un attivista americano ha appena salvato 1 000 cani destinati alle tavole di un festival consacrato alla degustazione di carne di cane in Cina.

 

marcching-yullin-sauvetage-7Fonte: @Facebook

 

Il famigerato festival sta avendo luogo in questi giorni, come ogni anno, nel sud della Cina, e dura generalmente una decina di giorni. Si stima che circa 10 000 cani saranno macellati durante le "festività".

 

Sono centinaia le persone che hanno manifestato il loro sdegno nelle rete sociali, ma nettamente inferiore è il numero di coloro che agiscono concretamente sul campo.

 

marcching-yullin-sauvetage-4Fonte: @Facebook

 

Marc Ching, fondatore della Animal Hope & Wellness Foundation (ONG americana che si batte in difesa degli animali), è una di quelle rare persone che sono passate all'azione per impedire il massacro di migliaia di cani.

 

Imbarcatosi per Yulin, città dove il festival viene celebrato, ha lavorato ininterrottamente per ostacolare la vendita dei cani.

 

Il 21 giugno scorso, stando a quanto dichiarato sulla pagina Facebook della sua associazione, il giovane, affiancato da una squadra di collaboratori, è riuscito a liberare almeno 1 000 animali, provenienti da sei mattatoi differenti. Un video del notevole salvataggio è stato in seguito condiviso:

 

This is live. This is now: The Animal Hope and Wellness Foundation, and The Tree of Life – we just rescued over 1000 dogs from Yulin.

A thousand breaths that would die here in the dark. A thousand lives that would bleed like blood left there upon ground.

These dogs, they are brothers. They are sisters. They are fathers and mothers. They are children. They deserve a chance.

All life deserves chance.

The Compassion Project. If it is about one thing, it is about that as human beings, we were meant to love. We were meant to breathe life. We were meant to be – better then who we are.

Speak out. Hold hands. Love the Earth. And rescue. Because in the end, even we need rescuing.

(Thank you Tree Of Life for teaming with us to make this possible. Thank you XiaoFang and our Nanning team for your hard and enduring work.

Thank you to our Animal Hope and Wellness Foundation volunteers. Real people that left their families – to stand here and sacrifice for the cause.

Unreal.)

#TheCompassionProject #animalhopeandwellness #SpeakTheTruth

Posted by The Animal Hope & Wellness Foundation on Tuesday, June 21, 2016

 

Questa operazione si aggiunge a una lunga lista di importanti risultati raggiunti da Marc; infatti, si tratta della settimana realizzata nella regione a partire dall'anno scorso.

 

Come alcune ONG operanti in loco, è riuscito a far chiudere diversi macelli sparsi in Asia e a riacquistare i cani per poi inviarli negli Stati Uniti dove verranno messi in adozione.

 

Sforzi ammirevoli. Tuttavia, non sufficienti per arginare la vasta portata del mercato della carne canina.

 

Infatti, ogni anno in Cina, dai 10 ai 20 milioni di cani conoscono la morte per essere consumati.

 

Spesso, si tratta di animali domestici sottratti alle famiglie.

 

marcching-yullin-sauvetage-6Fonte: @Facebook

 

Tralasciando la terribile fine a loro riservata, tutta la loro esistenza è una vera sofferenza: trascorrono i loro giorni ammassati in gabbie minuscole, soffrendo la fame e la sete.

 

Se è possibile notare un cambiamento di mentalità nelle nuove generazioni, più reticenti alla consumazione di carne canina (certe ragioni non celebrano più questo tipo di festival), resta tuttavia ancora molto lavoro da fare per mettere fine a questa barbarie. 

 

marcching-yullin-sauvetage-5Fonte: @Facebook

ADVERTISING

About the author

Elena Bissacco