News Storie appassionanti

Questo tucano mutilato da degli adolescenti ritrova la gioia di vivere grazie a una stampante 3D

ADVERTISING

Si chiama Grecia e ha una lunga storia alle spalle.

 

Nel febbraio 2015, questo tucano originario della Costa Rica è stato trasportato d'urgenza alla clinica veterinaria del rifugio per animali selvaggi Alajuela, situato ad alcuni chilometri dalla capitale, San José.

 

L'animale è stato vittima di un gesto barbaro: un gruppo di adolescenti l'ha preso di mira, picchiandolo fino a procurare la frattura del becco. Sopravvissuto all'inconcepibile crudeltà, rimane tuttavia privo di parte del becco, mutilazione che gli impedisce di riprendere una vita normale.

 

Fonte: @AFP

 

I tucani usano il proprio becco non solo per nutrirsi, ma anche per difendersi dai predatori.

 

La sua storia attira l'attenzione della stampa costaricana, suscitando oltre a rabbia, e indignazione, uno slancio di solidarietà. Alcuni giorni dopo il suo arrivo alla clinica, i suoi soccorritori pensano di lanciare una raccolta fondi per offrirgli un nuovo inizio.

 

grecia-toucan-bec-3D-12Fonte: @AFP

 

L'idea è devolvere la somma raccolta alla progettazione di una protesi realizzata attraverso una stampante 3D, che dovrebbe permettergli di tornare a una vita normale.

 

Fortunatamente, la raccolta si rivela un grande successo registrando 10 000 dollari in donazioni. Ma la sfida era appena cominciata…

 

grecia-toucan-bec-3D-6Fonte: @AFP

 

Si tratta di un progetto pionieristico e numerose aziende specializzate nella stampa 3D si lanciano nell'avventura.

 

Per gli ingegneri, le difficoltà sono enormi. Oltre a permettergli di nutrirsi e di cantare, il becco dei tucani gioca un ruolo importante nel regolare la temperatura corporea. Pertanto, è cruciale la scelta del materiale e del design da adottare.

 

grecia-toucan-bec-3D-11Fonte: @AFP

 

Nelson Martinez, uno degli esperti coinvolti nella progettazione della protesi, ha spiegato al giornale 3D Print:

 

Non possiamo utilizzare colle con componenti chimici per non rischiare di compromettere la struttura del becco.

 

Infine, nel gennaio 2016, dopo lunghi mesi di lavoro, Grecia riceve il suo nuovo becco: è tempo per l'animale di ritornare ad essere un tucano!

 

grecia-toucan-bec-3D-3Fonte: @AFP

 

grecia-toucan-bec-3D-7Fonte: @AFP

 

E le buone notizie non tardano ad arrivare. Grecia si adatta alla protesi tornando a cantare, nutrirsi e condurre una vita equilibrata, come qualunque altro animale della sua specie sano.

 

grecia-toucan-bec-3D-8Fonte: @AFP

 

Per quanto riguarda i tucani, gli scienziati sono unanimi nell'affermare che le femmine di tucano scelgono il loro compagno in base al colore del becco. Non dubitiamo che Grecia riscontrerà un certo successo tra le sue simili!

 

grecia-toucan-bec-3D-4Fonte: @AFP

 

Scoprite la rinascita di Grecia nel video:

 

ADVERTISING

About the author

Andrea A