Storie appassionanti

Questo Pitbull seviziato dal padrone è salvo grazie a un post virale su Facebook

Hank, un giovane pitbull,  ha imparato troppo presto che una mano alzata non implica carezze.

 

 

hank-pitbull-1Fonte: Animal Hope and Wellness Foundation

 

Quando aveva 10 mesi appena, il proprietario lo picchia quasi a morte e lo abbandona lungo il ciglio della strada. Nella tragica circostanza, un uomo riesce a immortalare la scena in uno scatto. Grazie alla condivisione della foto su Facebook, il proprietario viene rintracciato e identificato.

 

hank-pitbullFonte: Animal Hope and Wellness Foundation

 

La comunità di Facebook risponde scandalizzata all'immagine, che in breve tempo diventa virale. In molti, taggano nel post Fern White, volontaria della Animal Hope and Wellness Foundation.Come racconta al sito The Dodo:

 

Continuavano a taggarmi. 'Fern White, puoi fare qualcosa?'

 

hank-pitbull-3Fonte: Animal Hope and Wellness Foundation

 

Fern decide di mettersi sulle tracce del cucciolo, supportata dall'aiuto di Marc Ching, un collega con una lunga esperienza in casi di recupero di cani maltrattati.

 

Le ricerche li conducono presso il rifugio di East Valley, a Los Angeles, dove era stato trasportato. Alla vista del cane, si accorgono quanto fosse terrorizzato dagli umani. Fern ricorda:

 

La situazione era triste, una volta medicato, era restato immobile nella gabbia. Avrebbe potuto stare con noi.

 

hank-pitbull-5Fonte: Animal Hope and Wellness Foundation

 

Hank rimane nella solitudine della sua cella per circa un mese. Impossibile per i due volontari ottenere il rilascio del cucciolo prima che le indagini fossero giunte al termine. Ma allo scoccare del 30° giorno, Ching si presenta puntuale al rifugio per prendere in custodia il pitbull.

 

Accolto in un ambiente pieno di attenzioni e cure, il giovane quattro zampe incomincia a conoscere un altro lato degli uomini, e a recuperare fiducia nelle persone. I volontari della Animal Hope and Wellness Foundation credono in un suo totale recupero, avvenuto il quale potrà essere messo in adozione.

 

chien-battu-facebook-coverFonte: Animal Hope and Wellness Foundation

 

Per conoscere e sostenere questa associazione, potete cliccare qui.

Anche se questa storia viene da oltreoceano, ci ricorda che la violenza sugli animali resta una piaga presente anche nel nostro paese, contro la quale associazioni come ENPA, La Lega Nazionale per la Difesa del Cane, OIPA, per citarne alcune, si battono quotidianamente. Per sostenerle, potete fare una donazione recandovi sul loro sito.

 

Fonte: TheDodo

ADVERTISING