Storie appassionanti

Questo piccolo di giaguaro nascondeva un terribile segreto… Svelato dai raggi X

Lo scorso ottobre, i veterinari dell'associazione in difesa degli animali selvaggi, la TUERI, di base in Ecuador, hanno ricevuto una segnalazione per un piccolo di giaguaro in difficoltà, come riporta il sito The Dodo.

 

jaguar-equateur-paralysé-1Fonte: Veronica Cabrera

 

Per cause all'inizio sconosciute, l'animale è divenuto tetraplegico. Veranica Cabrera, studente della facoltà di veterinaria San Francisco de Quito, ricorda:

 

 Non sapevamo che cosa fosse successo, gli abitanti del posto non parlano, ma [il giaguaro] è stato trovato nei pressi di una piantagione di olio di palma, senza la madre. Sospettavamo che gli avessero sparato.

 

jaguar-equateur-paralysé-2
Fonte: Veronica Cabrera

 

Il team medico fa l'impossibile per salvare il cucciolo femmina, battezzato D'yaira. Sottoposta a una visita più approfondita, i raggi X rivelano la presenza di pallini di piombo nel corpo dell'animale, motivo per cui i dottori Andrés Ortega e Gabriela Parra decidono di procedere con l'intervento chirurgico per cercare di estrarli.

 

jaguar-equateur-paralysé-3
Fonte: Veronica Cabrera

 

Trattandosi di un caso delicato, l'équipe prevede cinque mesi di convalescenza prima che la fiera possa intraprendere la riabilitazione.

 

jaguar-equateur-paralysé-4
Fonte: Veronica Cabrera

 

Tuttavia, le prime sedute di fisioterapie sembrano incoraggianti: dei miglioramenti sono già visibili nel giaguaro, che è riuscito a muovere debolmente le zampe posteriori. Veronica racconta:

 

Riesce a cambiare posizione da sola. L'operazione sembra essere riuscita. Mangia dai 15 ai 20 petti di pollo al giorno senza problemi. Sta recuperando le forze.

 

jaguar-equateur-paralysé-5
Fonte: Veronica Cabrera

 

Se tutto va come previsto, D'yaira potrà raggiungere presto il centro di riabilitazione per animali selvaggi.

Commentando sulla vicenda, Veronica e il centro TUERI si augurano che la sua storia aiuti a prendere coscienza sulla necessità di salvaguardare questi animali, la cui popolazione continua a diminuire drasticamente.

Infatti, si tratta di una specie catalogata come minacciata dall'Unione internazionale per la salvaguardia della natura selvaggia, e potrebbe presto rientrare nella categoria a rischio di estinzione se non vengono presi provvedimenti.

 

Fonte: The Dodo

ADVERTISING