Storie appassionanti

Questo cane è stato salvato da una donna affetta dalla sua stessa malattia

ADVERTISING

Proprio prima dell'anno nuovo, Sue Blankenship, una donna originaria di Newman Lake a Spokane (Stati Uniti), ha adottato un cane chiamato Bruno, che soffriva della sua stessa malattia cardiaca.

 

Fonte: Spokane Humane Society

 

Bruno, ribattezzato poi Mars dalla sua proprietaria, viveva alla Spokane Humane Society, un'associazione caritativa che si occupa di aiutare gli animali bisognosi.

 

È stato grazie a uno dei suoi amici che Sue Blankenship ha conosciuto Mars e la sua storia.

 

Mars era affetto da persistenza del dotto arterioso, una malattia cardiaca congenita che consiste nella mancanza della chiusura del canale arterioso, manifestandosi con un soffio al cuore. Il cane doveva quindi essere operato per poter continuare a vivere.

 

Fonte: KREM2

 

Una malattia che Sue conosceva molto bene, poiché anche lei ne era affetta e 60 anni prima si era sottoposto alla stessa operazione per poter vivere una vita normale.

 

Comme riporta il sito d'informazione KREM2, Sue ha immediatamente capito che doveva aiutare Mars:

 

So che sembra una pazzia, ma in quel momento ho capito che eravamo fatti l'uno per l'altra, perché avevo subito la stessa operazione sessant'anni prima. 

 

Anche se non era sicura di poter adottare Mars, la donna si è immediatamente mobilitata per cercare di salvare la vita del povero cane.

 

Ho inviato delle mail ai miei vicini, a mia madre, a mio fratello e a mia sorella per chiedergli di dare il loro contributo alla missione.

 

Nonostante gli elevati costi dell'operazione (i veterinari avevano preventivato una spesa di circa 3 200 euro), la generosità e l'impegno di Sue e dei suoi cari hanno permesso alla Spokane Humane Society di riuscire a raccogliere la somma.

 

Una volta che la missione è stata compiuta, Sue ha deciso che non voleva fermarsi.

 

Ho sentito un legame molto forte tra di noi. Non riuscivo a togliermelo dalla testa, avete presente? Controllavo il sito internet dell'associazione tutti i giorni per vedere se pubblicavano qualche notizia sul risultato dell'operazione. 

 

Fortunatamente per Sue, l'operazione è andata a buon fine e Mars poteva finalmente essere adottato. Sue si è immediatamente recata all'associazione per andarla a prendere.

 

Fonte: I still love dogs

 

È saltato fuori dal recinto e i nostri sguardi si sono incrociati. I suoi occhi sono letteralmente sprofondati nei miei e avevo l'impressione che mi stesse chiedendo di portarlo a casa con me. 

 

Questa bella storia ci ricorda che il colpo di fulmine non esclude nessuno e che sono molti i cani e gatti che si trovano nelle stesse condizioni di Mars e non chiedono altro che essere sostenuti e amati.

 

I rifugi sono popolati di animali adorabili che aspettano di trovare una famiglia amorevole. Adottate, non comprate! È un peccato mettere al mondo nuovi cuccioli al solo scopo di vederli. Gli animali non sono una merce intercambiabile. Adottare significa salvare due vite, quella dell'animale che accogliete nella vostra casa e quella del Peloso che troverà un posto libero al canile.

 

Per conoscere il rifugio più vicino a voi, potete recarvi sul sito dell’ENPA, della Lega Nazionale per la Difesa del Cane o dell'OIPA.

 

* * *

 

Noi di Holidog vogliamo migliorare la vita degli animali da compagnia: ti aiutiamo a trovare una famiglia che si prenda cura del tuo cucciolo quando sei in viaggio (prova il servizio di petsitting) e a renderlo felice con una scatola mensile piena di giochi e snack golosi (la adorerà). Grazie per la tua fiducia!

ADVERTISING

About the author

Elena Tinti