In loro difesa

Questi animali sono massacrati a migliaia ogni anno per un motivo assurdo

ADVERTISING

Secondo le stime dell'associazione Wildlife Trust of India, più di 50.000 manguste vengono uccise ogni anno per ricavarne la pelliccia.

 

pinceaux-mangouste-3Fonte: Flickr/Tambako The Jaguar

 

Questo piccolo mammifero carnivoro, lontano cugino dello zibetto, è molto diffuso in Africa subsahariana e nel Sud-est asiatico, dove grazie alla sua forza e agilità riesce ad avere la meglio anche su predatori temibili come i cobra.

 

Nonostante questo, la specie è gravemente minacciata dagli umani, che cacciano ogni anno decine di migliaia di esemplari in India per la loro pelliccia, la pelle o la carne.

 

La vendita e l'acquisto delle manguste, dei loro peli e della carne sono proibiti per legge in India dal 1972, ma il traffico illegale aumenta di anno in anno, per assecondare l'evoluzione della domanda mondiale di pelliccia.

 

pinceaux-mangouste-2Fonte: TouristMartinique

 

La caccia alle manguste è particolarmente violenta. Gli animali vengono catturati nelle reti, e picchiati a morte prima di essere scuoiati sul momento.

 

Ogni animale produce all'incirca una quarantina di grammi di pelo. Lo scorso agosto, le autorità indiane hanno perquisito circa 5 kg di pelo, equivalenti alla pelliccia di 130 animali.

 

La maggior parte dei peli di mangusta sono utilizzati per fabbricare la setola dei pennelli. Jose Louies, membro dell'associazione Wildlife Trust of India, dichiara sull'argomento:

 

Il commercio interno è in diminuzione, ma il commercio internazionale è ciò che continua a far girare il business. Per gli artisti di tutto il mondo i pennelli di mangusta sono il top della qualità.

 

pinceaux-mangouste-1Fonte: Wildlife Trust of India 

 

Per superare i controlli delle autorità, i pennelli – venduti soprattutto in Europa, Medio Oriente e negli Stati Uniti – sono dichiarati come composti di pelo di donnola e di tasso, il cui commercio è legale. Nel 2015, più di 14.000 pennelli di pelo di mangusta sono stati requisiti in una città del sud dell'India.

 

La legge del 1972 sulla protezione della fauna prevede una pena minima di 3 anni e una multa di 10.000 rupie (circa 140€) per chiunque partecipi direttamente o indirettamente al commercio di manguste.

 

Per contrastare il massacro di questi animali, molte marche di pennelli stanno cercando da qualche anno di imitare sinteticamente le setole di mangusta. Se tali alternative non sembrano ancora un'imitazione perfetta degli originali, numerosi artisti e pittori nel mondo trovano i risultati già soddisfacenti.

 

In Italia, da anni la LAV cerca di sensibilizzare l'opinione pubblica sull'argomento attraverso il progetto Animal Free Fashion.

 

Oltre a denunciare la morte di milioni di animali in nome della moda, l'obiettivo della LAV è dialogare con le aziende del settore della moda per inserire la questione animale tra gli elementi prioritari di Responsabilità Sociale d’Impresa, invitandole a utilizzare materiali sostitutivi.

 

Per saperne di più sull'argomento, cliccate qui.

* * *

 

Noi di Holidog vogliamo migliorare la vita degli animali da compagnia: ti aiutiamo a trovare una famiglia che si prenda cura del tuo cucciolo quando sei in viaggio (prova il servizio di petsitting) e a renderlo felice con una scatola regalo mensile piena di giochi e snack golosi (ottieni una scatola gratis). Grazie per la tua fiducia!

ADVERTISING

About the author

Eloisa Capezzuto