In loro difesa

Questi allevatori creano dei “mostri” per vendere più pellicce. E nessuno ne parla.

ADVERTISING

Secondo quanto stimato dalla Humane Society International, ogni anno in Europa circa 2 milioni di volpi vengono uccise dai produttori di pellicce, concentrati soprattutto in Finlandia, Danimarca e Olanda.

 

Fonte: Oikeutta eläimille

 

A seguito di un'indagine dell'associazione finlandese per la protezione degli animali Oikeutta eläimille, sono state pubblicate alcune immagini scioccanti delle terribili condizioni delle Volpi Artiche in una delle 900 fabbriche di pelliccia del paese.

 

Le volpi di questo stabilimento sono state selezionate e fatte accoppiare in maniera da accrescere la produzione di pellicce. Questi animali hanno strati e strati di pelo superfluo e il loro peso gli rende difficile camminare o addirittura muoversi.

 

Fonte: Oikeutta eläimille

 

Kristo Muurimaa, un portavoce della Oikeutta eläimille, spiega i problemi di salute causati da questa eccessiva quantità di pelo al sito americano The Dodo:

 

Il primo problema riguarda le loro zampe. Queste non sembrano fatte per sopportare tutto quel peso. In natura, la volpe artica pesa tra i 3 e i 4 kg, mentre questi animali superano i 20 kg…  Schiacciate da questo peso, le loro gambe si deformano, creandogli difficoltà nei movimenti. Hanno gli stessi problemi di salute delle persone obese. 

 

Fonte: Oikeutta eläimille

 

Oltre ai problemi di salute causati dall'accoppiamento selettivo, questi animali soffrono anche di problemi psicologogici dovuti alla prigionia in minuscole gabbie. La Humane Society International racconta:

 

Fatte vivere in minuscole gabbie di ferro, gli animali delle fabbriche di pellicce hanno dato prova di comportamenti comuni, come arrampicarsi sulle pareti della gabbia e ripetizione di un movimento circolatorio della testa. Molti di questi animali praticano anche l'automutilazione, mordendosi o succhiandosi la coda o altre parti di pelle. 

 

Le volpi posssono passare dagli 1 ai 4 anni in queste condizioni, a seconda del bisogno o meno di animali per l'accoppiamento. Quando, però, arriva il momento di essere uccisi per la loro pelliccia, vengono utilizzati dei metodi inumani. L'obiettivo principale ovviamente non è trovare il metodo meno doloroso per ucciderli, ma mantenere una buona qualità del pelo.

 

Le volpi dell'azienda presa in analisi da Oikeutta eläimille, erano destinate ad essere vendute a Safa Furs, una grande marca che fornisce grandi firme nel mondo della moda, come Luis Vuitton, Gucci e Michael Kors.  were destined to be sold to Saga Furs, a large brand that supplies major clothing labels such as Louis Vuitton, Gucci and Michael Kors. Le pellicce più grandi vendute all'asta dalla Saga Furs hanno un costo che si aggira intorno ai $100 dollari l'una.

 

Fonte: Oikeutta eläimille

 

Tra i metodi utilizzati, l'uso di gas e elettroshock, che sono incredibilmente dolorosi per gli animali, ma lasciano il loro pelo intatto. Fortunatamente, le scosse elettriche sono state vietate negli Stati Uniti e nel Regno Unito, e sono ancora tanti gli stati che si stanno orientando verso altri metodi.
In Italia, da anni la LAV cerca di sensibilizzare l'opinione pubblica sull'argomento attraverso il progetto Animal Free Fashion.

 

Oltre a denunciare la morte di milioni di animali in nome della moda, l'obiettivo della LAV è dialogare con le aziende del settore della moda per inserire la questione animale tra gli elementi prioritari di Responsabilità Sociale d’Impresa, invitandole a utilizzare materiali sostitutivi.

 

Per saperne di più sull'argomento, cliccate qui.

 

* * *

Noi di Holidog vogliamo migliorare la vita degli animali da compagnia: ti aiutiamo a trovare una famiglia che si prenda cura del tuo cucciolo quando sei in viaggio (prova il servizio di petsitting) e a renderlo felice con una scatola regalo mensile piena di giochi e snack golosi (ottieni una scatola gratis). Grazie per la tua fiducia!

ADVERTISING

About the author

Elena Tinti