In loro difesa

Questa orsa torturata in una fattoria della bile in Vietnam viene soccorsa dalle associazioni

ADVERTISING

Il novembre scorso, nel sud-est del Vietnam, un orso nero asiatico dalle zampe posteriori amputate è stato salvato da un triste destino grazie ad un'associazione di difesa degli animali che lotta contro il commercio della bile di orso nel paese.

 

Fonte: Reuters

 

Hai Chan, un'orsa tibetana, è stata soccorsa dall'associazione Four Paw, in linea con l'applicazione della legge vietnamita che vieta gli allevamenti di orsi e il commercio della loro bile. Oggi, la fondazione Animals Asia conta circa 10 000 orsi "tenuti in cattività in condizioni deplorevoli".

 

L'estrazione della bile, ritenuta barbarica, viene praticata quando gli orsi sono ancora coscienti e consistono nell'incidere un taglio a livello della vescica biliare dell'animale. A questo punto, viene direttamente inserito un catetere permanente all'interno del foro, in modo da facilitare l'estrazione della bile.

 

Fonte : Animals Asia

 

L'associazione Four Paws lotta contro il commercio della bile d'orso e le pratiche ad essa associate. Grazie a loro, gli orsi come Hai Chan hanno una nuova possibilità per vivere una vita normale, lontana dalla crudeltà che subiscono in queste "fabbriche".

 

Dopo 10 anni di cattività, l'animale è stato salvato dall'associazione e portato in un rifugio a nord-est del paese, chiamato Ninh Binh, dove ha finalmente potuto ricevere le cure di cui aveva bisogno. La lista di ferite riportate da Hai Chan al momento del suo ricovero è spaventosa: ipertrofia delle ghiandole surrenali, stress, malnutrizione e indebolimento dell'organismo a causa dell'estrazione della bile.

 

Al momemto del suo ritrovamento, erano già state amputate le zampe posteriori dell'orso, probabilmente per produrre vino alle zampe di orso, una bevanda ampiamente apprezzata in Vietnam a causa della sua natura lussuosa.

 

Fonte: Four Paws USA

 

Tradizionalmente utilizzata nella medicina tradizionale cinese, la bile d'orso è un rimedio molto costoso che permette di curare i calcoli biliari e renali, oltre che a calmare le infiammazioni.  Infine, gli vengono attribuite anche proprietà afrodisiache.

 

Nonostante vengano considerati come illegali dalla giustizia vietnamita, il commercio della bile d'orso, così come l'utilizzo delle loro zampe per produrre vino, sono ancora ampiamente praticati nel paese. Ecco perché il governo e l'associazione Four Paws hanno deciso di collaborare per combattere contro queste pratiche rivoltanti e inumane.

 

Grazie all'associazione e al lavoro di veterinari come Szilvia Kalogeropoulu, Hai Chan oggi è tornato a camminare. La donna racconta a National Geographic :

 

Quando le porte della sua gabbia si sono aperte e Hai Chan ha messo fuori il suo muso, ci siamo davvero commossi. Era la prima volta che camminava sull'erba. Anche se non ha più le zampe posteriori, può utilizzare delle protesi. È un miracolo che sia riuscita a raccogliere le forze per guarire così in fretta. 

 

Così come Hai Chan, anche altri due orsi sfruttati per la loro bile sono stati salvati dai loro carnefici grazie all'associazione Four Paws negli ultimi due mesi. Purtroppo, nonostante sia una pratica illegale, sono ancora tanti gli orsi che vengono torturati ogni giorno in Vietnam.

 

Fonte: express.co.uk

 

La bile, venduta fino a 400 dollari per 100 ml, fa parte del commercio dei prodotti derivanti da l'allevamento o dalla caccia degli orsi; un business che ogni anno porta più di due milioni di dollari all'Asia.

 

Anche se dal 2005 il Vietnam ha dichiarato questa pratica illegale, si contano ancora 1200 fattorie della bile nel paese, che continua questa tradizione lontano dagli sguardi indiscreti. In Cina, al contrario, l'estrazione della bile d'orso è autorizzata, dove 10 000 orsi neri asiatici vengono tenuti in cattività in terribili condizioni.

 

La Animal Asia è l'associazione pioniera in materia di lotta contro il commercio della bile d'orso. Più di 600 animali sono già stati salvati da quando è stata fondata la Animals Asia, nel 1988. Per sostenere l'associazione con una donazione, cliccate qui.

 

Per firmare la petizione dell'associazione francese Fondation 30 Millions d'amis, che chiede la fine del commercio di bile in Cina, cliccate qui.

 

 

* * *

 

Noi di Holidog vogliamo migliorare la vita degli animali da compagnia: ti aiutiamo a trovare una famiglia che si prenda cura del tuo cucciolo quando sei in viaggio (prova il servizio di petsitting) e a renderlo felice con una scatola mensile piena di giochi e snack golosi (la adorerà). Grazie per la tua fiducia!

 

ADVERTISING

About the author