Storie appassionanti

Profondamente traumatizzata, questa cagnolina da combattimento si rifiutava di camminare

ADVERTISING

Dixie è stata salvata da un traffico di combattimenti illegali tra cani in seguito a un sopralluogo condotto dalla polizia di Baltimora, nel Maryland,  nel 2014.

 

Come consuetudine tra gli animali destinati a tale pratica, è stata allevata nelle condizioni più terribili, trovandosi, fin dalla più tenera età, "avvolta e stretta in pesanti catene" con lo scopo di svilupparne la muscolatura e incattivirla.

 

dixie-fighting-dog-7Fonte: @Facebook/ Jasmine'sHouse

 

Quando viene soccorsa e trasferita presso il rifugio di Baltimore Animal Rescue & Care Shelter all'età di 9 mesi, appare traumatizzata e timorosa di tutto…

 

Al punto tale che i volontari saranno costretti a prenderla in braccio e portarla di peso presso l'abitazione della sua nuova famiglia.

 

 

Ecco la foto che immortala il suo arrivo nella casa di Kara DeBord, sua umana adottiva, che condivide quel momento indimenticabile con il giornale BarkPost : [Dixie] ha  "percepito che eravamo fatte l'una per l'altra".

 

La famiglia DeBord aveva accolto in precedenza un altro cane, Ana, che aveva vissuto più a lungo di Dixie in un rifugio prima di essere adottata. Tuttavia, la cagnolina non ha opposto nessuna obiezione all'arrivo di un suo simile, accettando di buon grado Dixie con gran sollievo della famiglia. Come spiega il marito di Kara:

 

E' Ana che ha preso la decisione finale… E' eccezionale… Sentivo che avrebbe potuto fare del bene a qualcuno tanto timoroso quanto Dixie.

 

dixie-fighting-dog-5Fonte: @Facebook/ Jasmine'sHouse

 

Se inizialmente Dixie si dimostra inquieta, gradualmente riesce a distendersi in compagnia della nuova famiglia e a familiarizzare con l'ambiente domestico. Più velocemente di quanto previsto, si rivela particolarmente affettuosa nei confronti di Kara, Nathan, Ana e il terzo cane, Chip.

 

E' passato ormai un anno da quando Dixie è stata accolta da questa generosa famiglia, grazie alla quale sembra aver superato quasi totalmente i suoi traumi psicologici. Oltre alla crescente giovialità, si dimostra molto più sicura di sé.

 

 

Infatti, all'inizio, era impensabile che la cagnolina cercasse volontariamente il contatto umano. Ma dopo mesi di pazienti cure a attenzioni, ecco che Kara riceve la più bella delle ricompense: inaspettatamente, Dixie sale sul divano per distendersi al suo fianco. Ancora con emozione la donna racconta al Barkpost:

 

Era come se nessuno le avesse mai fatto del male in passato, non aveva più paura delle persone.

 

dixie-fighting-dog-3Fonte: @KaraDeBord/ Facebook

 

Indubbiamente, la famiglia DeBord ha preso un rischio scegliendo di adottare un cane dal passato difficile, tuttavia non ha mai provato alcun pentimento. Al contrario, la donna dà questo consiglio a tutti coloro che accettano la sfida di adottare un cane problematico:

 

Le cose miglioreranno con il tempo; ci saranno momenti più difficili di altri… Se qualcosa non va come dovrebbe, contate fino a dieci, fate un respiro profondo, e riprovate, cercando un'altra via.

 

dixie-fighting-dog-4Fonte: @Facebook/ Jasmine'sHouse

 

 

Fonte: @BarkPost

ADVERTISING

About the author

Elena Bissacco