In loro difesa News

Ogni anno 30.000 coccodrilli muoiono tra atroci sofferenze per l’industria della pelle

Un video recente diffuso dall'associazione animalista Peta (Per un Trattamento Etico degli Animali) accusa l'industria delle pelle di coccodrillo di crudeltà sugli animali e denuncia la complicità dei marchi del lusso che lavorano con queste aziende.

 

Attenzione: le immagini nel video possono turbare un pubblico sensibile.

 

Nel corso di un'inchiesta a telecamere nascoste in alcuni allevamenti del Vietnam, un team di inviati ha ripreso le condizioni in cui vivono gli animali e alla violenza a cui sono sottoposti nel corso delle loro brevi, misere esistenze. Due delle aziende in questione riforniscono il colosso del lusso LMVH, a cui appartiene anche il noto marchio francese Louis Vuitton.

 

peta-crocodile-leather-4Fonte: Louis Vuitton

 

Pertanto, la vendita di borse, scarpe, orologi e oggetti di pelle sostenta la crudeltà di cui sono vittime questi animali, allevati per la loro pelle. Soltanto il Vietnam esporta all'incirca 30.000 pelli di coccodrillo ogni anno.

 

Il video denuncia di Peta mostra i dipendenti far perdere i sensi ai coccodrilli con una scarica elettrica, prima di tagliargli la testa e scuoiarli per mezzo di un filo di ferro fatto scorrere lungo la spina dorsale. Gli animali continuano a muoversi anche dopo essere stati resi incoscienti, a riprova della mancanza di efficacia del metodo di soppressione.

 

peta-crocodile-leather-2_censoredFonte: PETA

 

Infatti, gli esperti hanno dimostrato che i coccodrilli restano in vita per circa un'ora dopo che la spina dorsale è stata tagliata, e continuano a percepire il dolore. La scuoiatura dura tra i 15-20 minuti, e coccodrilli sono ancora coscienti durante il processo.

 

peta-crocodile-leather-1Fonte: PETA

 

Nel proprio sito, Peta riporta il commento di un esperto di rettili a cui è stato mostrato il video:

 

L'incisione del collo è estremamente dolorosa. Non è possibile che l'animale sia morto all'istante.

 

peta-crocodile-leather-5Fonte: PETA

 

In uno degli allevamenti indagati, che rifornisce anche Louis Vuitton, vengono uccisi 500 coccodrilli al mese; prima di giungere al termine della loro esistenza, trascorrono le giornate in gabbie anguste, che impediscono ogni movimento. Per citare le parole dell'esperto, si tratta di luoghi "soffocanti, privi di stimoli e disumani".

 

peta-crocodile-leather-3Fonte: PETA

 

Vite brevi, prive di dignità e una morte atroce. A questo si riduce il destino di milioni di coccodrilli.

 

Per sostenere Peta nella sua battaglia e mettere fine a questa crudeltà, potete aggiungere la vostra voce qui.

 

Trovate qui sotto il video integrale dell'indagine condotta da Peta. (Attenzione: immagini forti.)

ADVERTISING