In loro difesa

Migliaia di cani e gatti sono massacrati in Russia per i Mondiali 2018

ADVERTISING

Il 14 giugno 2018 prenderà il via in Russia la 21° edizione del Campionato mondiale di Calcio. In questa occasione, per presentare ai turisti e ai fan venuti da ogni angolo del pianeta l'immagine di una Russia accogliente, le autorità di undici città ospitanti hanno deciso di procedere all'abbattimento di migliaia di cani e gatti randagi.

 

Secondo le stime, in queste undici città ci sono quasi due milioni di cani e, da qualche mese, moltissimi animali sono stati raccolti dalle strade per essere abbattuti, spesso sotto il naso dei volontari delle associazioni che se ne occupavano.

 

Fonte : East2West

 

È il caso dell'organizzazione Fondazione per la difesa degli animali, che all'inizio di dicembre ha perso alcuni cani. Di tutti i cani che venivano accuditi dall'associazione, a Volograd, nei cantieri o nelle fabbriche dove si stabilivano, solo uno è sfuggito al massacro. Nadejda Sergueeva, volontaria dell'organizzazione, ha confidato al giornale Réveil Courrier :

 

E il tutto perché era un addetto. In dicembre erano sette o otto ; sono stati tutti catturati , malgrado il fatto che avessero dei collari. I vigili ci hanno detto che hanno sentito dei guaiti, e quando sono arrivati i cani erano già stati tutti caricati sul camioncino.

 

Nel gennaio 2018, Vladimir Bourmatov, presidente della Commissione parlamentare per l'ecologia e la protezione della natura, ha chiesto al ministro dello sport, Pavel Kolobkov, di sospendere il programma d'abbattimento.

 

Fonte: East2West

 

Lo stesso governo, preoccupato per l'immagine della Russia all'estero, ha fatto sapere l'11 gennaio 2018, che regioni dovranno ospitare i cani e i gatti in dei rifugi, durante i mondiali. Malgrado tutto, data la posta in gioco – i cacciatori ingaggiati dai canili municipali ricevono somme importanti per portare a termine questo compito -, questa campagna di pulizia delle strada non sembra arrestarsi.

 

Ekaterina Dmitrieva, la presidente della Fondazione per la difesa degli animali,  resta formale: gli animali continuano ad essere uccisi, visto che le somme allocate all'abbattimento continuano ad aumentare. A Ekaterinbourg, sono quasi 32 millioni de roubles, circa 460 000 euro, i fondi destinati all'esecuzione degli animali randagi.

 

Fonte : East2West

 

La FIFA non prende posizione, nonostante le numerose lettere d'indignazione arrivate da tutto il mondo.

 

Abbiamo ricevuto molte lettere, ma abbiamo troppe cose da fare e possiamo solo prenderne nota senza però agire. Dovete capirci, ci dispiace. 

 

La comunità chiamata Bloody FIFA 2018 (FIFA di sangue 2018) denuncia le azioni della Russia e fa un appello per boicottare della competizione. Ha lanciato una petizione, indirizzata a Vladimir Putin, per mettere fine al massacro. Per firmarla, cliccate qui.

 

Fonte : East2West

 

Non è la prima volta che la Russia è appuntata per il trattamento dei cani randagi. In occasione dei Giochi Olimpici di Sotchi, nel 2014, migliaia di cani erano già stati abbattuti in condizioni rivoltanti, avvelenati con le cerbottane.

 

In generale, l'attribuzione della Coppa del Mondo di Calcio 2018 alla Russia è contornata dall'odore di scandalo e dalle accuse di corruzione. Sono state inviate molte richieste di cambiamento dai paesi ospitanti, tutte rifiutate dalla FIFA.

 

Fonte: Réveil Courrier

 

* * *

 

Noi di Holidog vogliamo migliorare la vita degli animali da compagnia: ti aiutiamo a trovare una famiglia che si prenda cura del tuo cucciolo quando sei in viaggio (prova il servizio di petsitting) e a renderlo felice con una scatola mensile piena di giochi e snack golosi (la adorerà). Grazie per la tua fiducia!

ADVERTISING

About the author