In loro difesa Storie appassionanti

L’intervento delle associazioni per mettere fine al terribilmente inferno di questi tre orsi

Il 22 novembre, le associazioni Lawrence Anthony Earth Organization e SOS Zoo and Bear Rescue in Ucraina, hanno salvato 3 orsi bruni tenuti in cattività.

 

Fonte: The Lawrence Anthony Earth Organization

 

Gli orsi erano chiusi in una piccola gabbia trasandata da cui non uscivano mai. Avevano bisogno di cure mediche, che i loro proprietari non erano in grado di garantirgli. Fortunatamente, le associazioni sono riuscite a liberare gli animali e portarli al parco di Synevir, importante centro per la salvaguardia della loro specie.

 

"Orribile, inumano e ripugnante sono le prime parole che mi vengono in mente"

 

Le due associazioni sono particolarmente attive sul territorio ucraino, dove diversi orsi bruni vivono in condizioni simili a quelle degli orsi salvati a novembre.

 

Fonte: The Lawrence Anthony Earth Organizaiton

 

Gli ultimi 3 orsi salvati, vivevano in una piccola gabbia di 35m2, immersi nei loro escrementi. La gabbia era così sporca che gli animali non potevano che essere malati.

 

Le associazioni sono dovute intervenire in fretta, non soltanto per la loro salute, ma anche perché le gabbie in cui avrebbero dovuto affrontare il periodo di quarantena prima di raggiungere il Parco Synevir dovevano essere costruite prima dell'arrivo della neve.

 

Una corsa contro il tempo

 

Grazie alla mobilizzazione delle associazioni, del Ministero dell'Ecologia, del Parco Synevir e di molti altri volontari, gli orsi sono stati trasferiti in tempo nella loro nuova casa.

 

Il loro trasferimento è stato seguito in diretta da ben sei canali televisivi, che si sono inzialmente scontrati con il rifiuto del proprietario degli orsi di far entrare le telecamere. I tre orsi, sono stati addormentati e posizionati all'interno di gabbie per il trasporto di animali.

 

 

Anche il veicolo che trasportava gli animali si trovava in uno stato tale che il viaggio di 10 ore è stato effettuato in un solo tragitto. I volontari temevano che se si fossero fermati, non sarebbero più riusciti a ripartire.

 

"Potrebbe nascere una storia d'amore"

 

Nonostante le difficoltà, gli orsi sono stati portati nella loro gabbia senza problemi. Lionel de Lange, direttore del canale ucraino Lawrence Anthony Earth Organization, racconta i primi istanti di Borya, Boerie e Jen nel loro nuovo habitat:

 

Dopo pochi minuti erano già più rilassati, mangiavano e bevevano. Borya ha cominciato a preparare il suo letto con della paglia e ha cercato di avvicinare una femmina che era arrivata da poco al Parco. Forse, da questo incontro nascerà una storia d'amore. 

 

Fonte : The Lawrence Anthony Earth Organization

 

Dopo il periodo di quarantena, gli orsi potranno finalmente godersi una nuova vita.

 

Gli orsi sono spesso vittime di questo genere di maltrattamenti, soprattutto in Asia dove vengono sfruttati per la loro bile.

 

Per sostenere l'associazione ucraina Lawrence Anthony Earth Organization con una donazione, cliccate qui.

 

* * *

Noi di Holidog vogliamo migliorare la vita degli animali da compagnia: ti aiutiamo a trovare una famiglia che si prenda cura del tuo cucciolo quando sei in viaggio (prova il servizio di petsitting) e a renderlo felice con una scatola regalo mensile piena di giochi e snack golosi (ottieni una scatola gratis). Grazie per la tua fiducia!

 

ADVERTISING