News

La sovrapesca spinge i delfini a cercare il cibo tra le reti dei pescatori

ADVERTISING

Nelle acque a nord di Cipro, dei ricercatori che studiano il comportamento dei delfini hanno scoperto che gli animali incominciano a cercare i il cibo tra le reti dei pescatori per nutrirsi. Una conseguenza diretta della sovrapesca.

 

dauphins chypre

 

Gli scienziati che controllano i delfini nella regione, hanno constatato che i mammiferi marini si recano direttamente tra le reti dei pescatori per cercare del cibo. Ma questo fenomeno non deve sorprendere, se consideriamo l'impatto della sovrapesca sui mari e gli oceani.

 

Dotati di una grande creatività, i delfini hanno deciso di rendere pan per focaccia ai pescatori, andando a servirsi direttamente tra il quello che pescano. Secondo i ricercatori, rompono le reti con un colpo di coda, e il fenomeno è in aumento nelle regioni più popolate dai delfini.

 

Il Dottore Robin Snape, ecologista all'University of Exeter, e direttore di queste ricerche, ha dichiarato a OneGreenPlanet :

 

Sembra che alcuni delfini siano proprio alla ricerca delle reti per nutrirsi. È urgente regolare la pesca affiché la sovrapesca non crei un circolo vizioso. 

 

I pescatori delle zone interessate sono ovviamente furiosi, anche se sono obbligati a constatare che questo fenomeno è solo uno dei tanti effetti collaterali della sovrapesca. Si sono fatti fregare dal loro stesso gioco.

 

dauphins chypreFonte: WWF

 

Per dissuadere i delfini ad avvicinarsi alle reti, i ricercatori hanno installato dei ripetitori acustici nelle vicinanze. Ma non hanno calcolato l'intelligenza di questi animali, che ora quando sentono quel suono lo interpretano come il segnale che la cena è servita.

 

Questa notizia non è recente, la sovrapesca ha degli effetti devastanti sull'ecosistema e sulla fauna marina. La pesca con le reti non solo mette a rischio le specie già minacciate di ritrovarsi prigioniere, e di conseguenza di sparire per sempre, ma riduce drasticamente anche il cibo disponibile per gli animali come i delfini.

 

Secondo la FAO (Food and Agriculture Organization), da qui al 2050, le riserve di pesce crolleranno.

 

Rinunciando a mangiare il pesce, possiamo salvare 225 pesci e 151 crostacei per anno per persona, ricorda OneGreenPlanet.

ADVERTISING

About the author

Emilie Blanc