In loro difesa Storie appassionanti

In questi zoo originali si possono osservare da vicino gli animali in libertà nei loro habitat “naturali”

ADVERTISING

Per la maggior parte delle persone, l'idea di pagare per essere rinchiusi dentro ad una gabbia può sembrare un'idea agghiacciante. Per tutti gli altri, questo è esattamente quello che si può fare nei parchi di Miami, Nuova Zelanda e Cina!

Fonte: Wittyfeed

 

All'Orana Wildlife Park in Nuova Zelanda e al Lehe Lehu Wildlife Zoo in Cina, i visitatori vengono messi all'interno di gabbie trasportate tra i vari habitat dello zoo. Attirati dalla gabbia-mobile, passando nei loro territori gli animali si avvicinano ai visitatori ed è possibile essere attentamente scrutati da alcuni animali feroci, come tigri e leoni.

 

L'attrazione è stata appositamente studiata per permettere ai turisti di osservare in tutta sicurezza gli animali da piccole distanze, in uno scenario simile a quello dei safari. Inoltre, diversamente dagli zoo tradizionali, dove gli animali sono costretti a vivere in piccole gabbie, qui i felini possono immergersi in vaste ambientazioni naturali.

 

Fonte: Indiatimes

 

Riferendosi alla possibilità di dare da mangiare ai grandi felini dalla propria mano , il parco cinese è stato definito dalla stampa come "un incidente destinato a verificarsi". La controparte neozelandase ha infatti deciso che il compito di sfamare gli animali spetta esclusivamente ad un professionista del parco. Entrambi gli zoo, comunque, hanno garantito che nonostante la maggiore libertà degli animali, la salute e la sicurezza dei visitatori sono assolutamente assicurati.

 

Intanto, al Monkey Jungle di Miami, Florida, i paganti possono camminare nell'unica foresta pluviale del Nord America, dove possono ammirare tre differenti specie di scimmie giocare in ambiente semi-naturale. Dalla pagina internet dello zoo, si può leggere:

 

Le scimmie che vivono qui sono libere di girare dove vogliono – fuori dal controllo diretto dell'uomo. Visitatori, studenti e ricercatori possono osservare il comportamento spontaneo delle scimmie, ma senza dover percorrere migliaia di chilometri per vederle nel loro habitat naturale. È questo ciò che rende la nostra foresta pluviale un incredibile osservatorio per studi scientifici o visite istruttive. 

 

Fonte: Wittyfeed

 

Il parco è stato fondato nel 1935 dal ricercatore Joseph DuMond, che si dedicò per 5 anni alla raccolta e alla semina di alberi e piante tropicali, trovate nella foresta tropicale amazzonica, con l'obiettivo di poter rendere lo scenario del parco il più simile possibile all'habitat naturale delle scimmie.

 

Oggi, i visitatori osservare le creature del parco passeggiando dentro ad un tunnel trasparente.

 

Serve ancora un pò di tempo prima che parchi così diventino la norma. Tuttavia, questi luoghi, dove gli animali sono liberi di muoversi e gli esseri umani si chiudono dentro a gabbie, costituiscono un importante passo in avanti per un rapporto uomo-animale più equo.

 

* * *

 

Noi di Holidog vogliamo migliorare la vita degli animali da compagnia: ti aiutiamo a trovare una famiglia che si prenda cura del tuo cucciolo quando sei in viaggio (prova il servizio di petsitting) e a renderlo felice con una scatola regalo mensile piena di giochi e snack golosi (ottieni una scatola gratis). Grazie per la tua fiducia!

ADVERTISING

About the author

Elena Tinti