Maine Coon

Il gatto Maine Coon è originario degli Stati Uniti. È famoso per la sua taglia grande e il pelo lungo. È un animale molto socievole che va d'accordo con tutti, compresi gli estranei e gli altri animali.

 

Origini del gatto Maine Coon

 

Il Maine Coon è una delle razze naturali più antiche degli Stati Uniti, ma le sue esatte origini sono difficili da determinare, e le ipotesi più disparate fioriscono riguardo la sua prima apparizione.

 

Secondo la leggenda più diffusa, il Maine Coon sarebbe un incrocio tra un gatto comune e un orsetto lavatore, cosa che spiegherebbe il suo manto tigrato e la sua coda molto pelosa. Tuttavia, si tratta solo di una leggenda, poiché è geneticamente impossibile ottenere questo tipo di incrocio.

 

Una seconda leggenda dice che il Maine Coon sia un discendente dei gatti Angora inviati da Maria Antonietta negli Stati Uniti quando tentò di sfuggire alla Rivoluzione Francese.

 

Un'altra ancora, racconta che la razza sarebbe il risultato di incroci tra i gatti delle fattorie locali e dei gatti a pelo lungo o medio lungo importati dai Vichinghi. Sarebbe quindi un discendente dei gatti delle foreste norvegesi, un ipotesi plausibile vista la somiglianza tra i gatti Siberiani/Norvegesi e il Maine Coon. Inoltre, gli spostamenti dei Vichinghi intorno all'anno 1000 confermerebbero le origini geografiche dell'animale.

 

Infine, una delle prime proprietarie di Maine Coon, Mme Pierce, avrebbe fatto diffondere altre due ipotesi sull'origine di questo gatto. La prima è che quesa razza sarebbe arrivata sulle coste del Maine via mare grazie alle ricche famiglie che possedevano animali esotici riportati  a casa da viaggi.

 

La seconda avanza il fatto che dei gatti Angora erano stati imbarcati a bordo delle navi mercantili per cacciare i topi e che più tardi, avrebbero dato il Maine Coon. Il primo Maine Coon mai citato in un opera letteraria, nel 1861, apparteneva a Mme Pierce, e si chiamava Captain Jencks.

 

Nel 1895, il Maine Coon riscosse un gran successo al Madison Square Garden durante una delle prime esposizioni feline. È Cosey, una femmina di Maine Coon che vinse il concorso quell'anno.

 

Nel corso degli anni, i gatti di questa razza fecero scalpore durante i diversi concorsi e le esposizioni feline.

 

Poi, intorno agli anni 50, la razza perse popolarità, vittima del successo dei Persiani e dei Siamesi.

 

Ma nel 1953, due allevatori fondarono il Central Maine Coon Cat Club, che pubblicherà i primi standard della razza tre anni più tardi. Poi nel 1960, la razza riacquistò poco a poco popolarità.

 

L’ACFA (American Cat Fanciers’ Association) riconobbe la razza nel 1967. E nel 1972, i differenti standard pubblicati sono unificati a livello nazionale.

 

In Europa, il Maine Coon arrivò nel 1981, ma divenne popolare solo a partire dal 1990.

 

Aspetto

 

Il gatto Maine Coon ha un corpo lungo e rettangolare, ma la sua silhouette è ben equilibrato. È una delle più grandi razze di gatti al mondo, e raggiungere fino a 1 metro e 20 di lunghezza. 

 

Il dimorfismo sessuale è molto marcato in questa razza, perchè i maschi sono veramente molto più grandi delle femmine.

 

Il Maine Coon è un gatto forte dal corpo molto muscoloso e dal petto largo.

 

Il collo è di taglia media e ugualmente muscoloso.

 

La coda è lunga e dovrebbe, idealmente, raggiungere la base della scapola quando è ripiegata sul corpo. È larga alla base e molto folta, e si assottiglia lungo la fine. 

 

Le zampe del Maine Coon sono salde e hanno una muscolatura potete. Anche l'ossatura è ben sviluppata. Le zampe sono generalmente alte, cosa che accentua l'aspetto triangolare della silhouette. Terminano con delle zampe grandi che hanno la particolarità di avere cinque dita nelle zampe anteriori e quattro in quelle posteriori. Sono molto pelose.

 

La testa del gatto Maine Coon è tanto lunga quanto larga. Ha gli zigomi alti e sporgenti. Il cranio è leggermente arrotondato, e di profilo, la linea del naso forma una curva concava, secondo gli standard della LOOF.

 

Il muso, sembra incastrato in un cubo quando lo si guarda da di fronte. Mentre di profilo, sembra nettamente separato dal cranio. Il naso, le labbra e il mento formano una linea verticale. Il mento è chiuso. Per gli standard della razza è necessario che ci sia equilibrio tra la testa e la lunghezza del mese.

 

Gli occhi del gatto Maine Coon sono grandi e ben distanziati tra loro. Di forma leggermente ovale, sembrano più rotondi quando il gatto è nervoso. Per il colore, tutte le sfumature del verde, dell'oro, del rame o del giallo sono accettate, e non è necessario che il colore degli occhi vada d'accordo con quello del manto del gatto.

 

Le orecchie del Maine Coon sono grandi e larghe alla base. Sono leggermente appuntite e inclinate verso l'esterno. Come per il resto del corpo, sono molto pelo e la maggior parte delle volte hanno dei pennacchi di pelo.

 

La pelliccia del Maine Coon è uno degli elementi più distintivi della razza. È corta sulle spalle e sulle cosce del gatto, e si allunga lungo i fianchi. È sul ventre e sul posteriore che diventa più lungo. Il gatto ha una collana di pelo lungo sulla gola, ed è fine e setoso. 

 

In età adulta, un gatto Maine Coon pesa tra i 6 e i 9 kg.

 

Fonte : Bored Panda

 

Manto

 

Tutti i colori del manto sono accettati dagli standard della razza, tranne quelli che derivano dal cioccolato, lilla, cannella o cerbiatto. Le divisioni autorizzate sono le seguenti: tinta unita, soriano, argento/fumo, solide e bianco, tabby e bianco, silver/smoke e bianco.

 

Carattere

 

I tratti del carattere di un gatto o gattino Maine Coon non sono menzionati dagli standard della razza. Tuttavia, attraverso le testimonianze dei proprietari, possiamo affermare che si tratta di un gatto socievole che va d'accordo con tutti, compresi gli estranei che arrivano in casa. Ama anche gli altri animali, e con i bambini si comporta in modo molto dolce.

 

Salute e cure

 

Anche se il Maine Coon è un gatto robusto, le sue origini rivelano un tasso di consanguineità molto elevato. E come tutti i gatti che si trovano in questa situazione, può essere colpito dalla Cardiomiopatite ipertrofica (HCM). Una malattia trasmessa da una mutazione genetica. Grazie agli allevatori e all'aiuto della scienza, oggi tuttavia possiamo determinare se il gatto è portatore del gene della malattia grazie a un test del DNA.

 

Oltre a questa patologia, il Maine Coon è anche soggetto alla displasia delle anche. È una malattia ereditaria che si caratterizza per una malformazione delle articolazioni delle anche. Comporta delle lesioni dolorose alle articolazioni che portano all'artrosi. Secondo degli studi, questa patologia colpisce il 20% dei gatti di questa razza. 

 

Il Maine Coon ha una speranza di vita dai 14 ai 20 anni.

 

Attenzioni

 

Il gatto Maine Coon non necessita di attenzioni particolari. Tuttavia, è importante spazzolargli il pelo regolarmente perchè resti setoso e in buono stato. Una spazzolata regolare potrà evitargli l'ostruzione delle vie respiratorie.