Gatto Thai

Il gatto Thai nasce in Thailandia. Le sue caratteristiche principali? Il fisico da Siamese e il carattere da "gatto-cane".

 

Origini del gatto Thai

 

Il gatto Thai condivide le origini con i primi Siamesi, importati dal Regno del Siam e presentati al Crystal Palace di Londra nel 1871.

 

A partire dagli anni 60, grazie a un lavoro di selezione, la silhouette del Siamese si affinò, e oggi possiamo distinguere rapidamente un Siamese tradizionale, le cui curve sono più morbide e un Siamese più recente, la cui morfologia è più spigolosa.

 

Ma per distinguere questi due tipi di silhouette, bisognava dargli un nome diverso. Il Siamese di vecchio stampo, quello tradizionale, ha preso il nome di Thai, e le nuove tipologie di Siamese, più fini, sono state raggruppate sotto il nome di Siamese.

 

In Europa, questa razza ha conosciuto un rapido exploit, e sono stati creati diversi club per rappresentarla: L'EuroThai e la Thai Feline Club.

Aspetto

 

Anche se il gatto o il gattino Thai sono uno variante del Siamese e ha tante caratteristiche in comune con quest'ultimo, ha anche delle caratteristiche che sono solo sue, a cominciare dalla sua morfologia, molto più massiccia e rotonda di quella del Siamese.

 

Di tipo semi-foreign, è di taglia media e ha una muscolatura ben sviluppata. Il petto si apre sul corpo ed è leggermente arrotondato.

 

Il collo è di lunghezza media e muscoloso. È possibile notare un leggero dimorfismo sessuale perchè i maschi hanno il collo più sviluppato delle femmine. 

 

La coda del gatto Thai è di lunghezza media. Spessa alla base, si affina verso la punta che è rotonda.

 

Le zampe del gatto Thai sono abbastanza fini e ben proporzionate rispetto al resto del corpo. Terminano con delle zampe ovali e di taglia media.

 

La testa del Thai è leggermente più lunga che larga. È a forma di triangolo equilatero e ha i contorni più morbidi. Le guance sono abbastanza piene e di profilo, il cranio e la fronte sono leggermente arrotondati. Il muso è di lunghezza media prolunga il triangolo formato dalla testa. Non è ne troppo rotondo, ne troppo appuntito. 

 

Gli occhi del gatto Thai sono ovali e leggermente obliqui. Devono essere di un blu il più intenso possibile.

 

Le orecchie sono larghe alla base e arrotondate alle estremità. Di taglia media, sono ben distanziate l'una dall'altra.

 

La pelliccia del gatto Thai è corta e folta. La texture è fine e setosa e i peli sono lisci lungo il corpo.

 

In età adulta, il gatto Thai pesa tra i 4 e i 5 kg e misura circa 30 cm.

 

Fonte : Chats du monde

 

Manto

 

Il gatto Thai è "colourpoint", ovvero che si osserva un netto contrasto tra il colore delle estremità (zampe, orecchie, coda e testa) e il resto del corpo.

 

Le divisioni riconosciute sono il tinta unite, il tabby e il silver/smoke.

 

Tutti i colori sono ammessi secondo gli standard della razza.

Carattere

 

Il carattere del Thai è molto simile a quello del Siamese. Come suo cugino, ha un temperamento da "gatto-cane", ed è molto leale con il suo proprietario.

 

Molto affettuoso e presente all'interno dalla casa, richiede molte attenzioni e ama passare il tempo ricevendo coccole dai suoi Umani e giocando con loro.

 

È anche un animale molto chiaccherone che non ha paura di usare la propria voce per esprimersi. 

 

Salute e cure

 

Il gatto Thai è un gatto robusto che non è soggetto a patologie particolari. Tuttavia è importante verificare regolarmente il suo stato di salute da un veterinario, soprattuto se è solito uscire e frequentare altri gatti.

 

Attenzioni

 

Il manto corpo e liscio sul corpo del gatto Thai non ha bisogno di particolari attenzioni. Una spazzolata settimanale sarà sufficiente a mantenerlo soffice, setoso e in un buono stato.

 

Prendetevi del tempo anche per pulire le orecchie e gli occhi del vostro gatto con un panno morbido.