Storie appassionanti

Ferito e abbattuto, Liam si lascia i traumi del passato alle spalle e mostra ai volontari il suo “sorriso del cane vagabondo”

ADVERTISING

Melanie Pafford, cofondatrice dell'associazione Streetdog Foundation e specializzata nel salvataggio di cani erranti e abbandonati nel Tennessee, ha compiuto un altro gesto eroico. Ad agosto infatti, ha aiutato un cane malato, ferito e "a pezzi", che si era rifugiato dietro ad un bidone della spazzatura.

 

 Fonte: Streetdog Foundation

 

Dopo essere stata contattata da un passante preoccupato che le ha inviato una foto del cane, si è subito messa in marcia per andare a salvare il povero cane. Il marito, un altro fondatore dell'associazione, racconta al sito americano The Dodo lo stato del cane al momento del ritrovamento:

 

Non voleva muoversi. Era schiacciato tra un bidone della spazzatura e una rampa di carico-scarico merci. La volontaria, Michelle, è risciuta ad infilare le sue braccia tra i due ostacoli e a legare con una corda il collo dell'animale. Tuttavia, il cane continuava a rifiutarsi di muoversi , alzarsi o camminare. Non volevamo tirare troppo forte la corda, aveva troppe ferite. Non si muoveva, se ne stava lì, con la testa bassa. 

 

Fonte: Streetdog Foundation

 

Per paura di fargli del male, Kent ha provato un altro approccio per salvare il povero cane: ha tentato di infilarsi come poteva nel piccolo nascondiglio dove si trovava Liam, com'è stato in seguito soprannominato:

 

Mi sono avvicinato un centimetro alla volta, e gli ho parlato dolcemente fino a quando non ero abbastanza vicino da poterlo toccare. Non ha cercato di scappare, non si è avvicinato, era giusto scosso e abbattuto.

 

Dopo averlo delicatamente avvolto dentro ad una coperta, Kent l'ha portato fino alla sua macchina, dove ha potuto esaminarlo da più vicino. Solo in quel momento si è reso conto della gravità della sua situazione:

 

La pelle era ricoperta di lesioni. Andavano dal suo naso fin sopra alla testa, e continuavano sul collo e sulle orecchie, sulle spalle e attorno alle zampe. Una di queste era stata morsa ed era estremamente gonfia a causa dell'infezione.

 

Fonte: Streetdog Foundation

 

Giudicando dalle ferite riportate, i membri dell'associazione hanno dedotto che fosse stato usato come esca nei combattimenti tra cani. Mentre i volontari curavano le sue ferite, è stato attaccato ad una flebo, ma restavano comunque basse le possibilità di sopravvivere. Voleva resistere, ma il suo corpo lo stava lentamente abbandonando.

 

Contro ogni aspettativa, Liam è sopravvissuto alla notte, e la mattina mostrava già qualche piccolo segno di miglioramento. Tuttavia, restando in uno stato molto precario, è stato mandato in una clinica veterinaria, dove degli esperti hanno continuato a prendersi cura di lui.

 

Fonte: Streetdog Foundation

 

Poco a poco, si è fatto conoscere per il suo vero carattere. È un cane giocherellone e affettuoso, nonostante il trauma del passato. Tutta la squadra veterinaria l'ha riempito di giocattoli e di regali, ed ha così ricominciato a "sorridere", come racconta Melanie Pafford :

 

Lo chiamiamo "il sorriso del cane vagabondo". Quando salviamo un animale come Liam, triste e ferito, serve tempo prima che possano riprendersi emotivamente. Ma quando alla fine mostrano quel sorriso, è qualcosa di straordinario.

 

Fonte: Streetdog Foundation

 

* * *

Noi di Holidog vogliamo migliorare la vita degli animali da compagnia: ti aiutiamo a trovare una famiglia che si prenda cura del tuo cucciolo quando sei in viaggio (prova il servizio di petsitting) e a renderlo felice con una scatola regalo mensile piena di giochi e snack golosi (ottieni una scatola gratis). Grazie per la tua fiducia!

ADVERTISING

About the author

Elena Tinti