In loro difesa

Elefanti: aumentano i bracconaggi e cresce il business della pelle di pachidermi

Gli elefanti dell'Asia subiscono ormai sempre più bracconaggi, specialmente a Myanmar, che conta una popolazione tra i 1200 e i 1400 pachidermi, classificati come specie in via d'estinzione. Oltre ad essere cacciati per le loro zanne – che possiedono solo i maschi-, vengono cacciati anche per la loro pelle, utilizzata per fabbricate gioielli.

 

Fonte : Tim Laman

 

I bracconieri abbattono quindi adulti e giovani, senza fare alcuna differenza, per poter recuperare la loro pelle alla quale vengono attribuite diverse virtù teraupetiche. Seccate e intinte nell'olio, dovrebbero guarire l'eczema e i dolori allo stomaco. In ragione delle restrizioni sul porto d'armi, i bracconieri utilizzano generalmente delle freccette o delle lance di bambù o in metallo bagnate nel pesticida, provocando così una morte lenta e dolorosa.

 

Fonte: Compass Films

 

Martin Tyson, biologo dell'organizzazione Wildlife Conservation Society, aiuta il governo di Myanmar a proteggere i pachidermi. Alla rivista National Geographic, spiega che generalmente i bracconieri si servono di guide locali:

 

Le guide vengono spesso arrestate, ma questo non interessa ai bracconieri. Purtroppo però, la cifra di quello che si può guadagnare con due mesi di questo lavoro, equivale a quello che si può guadagnare in una vita intera in qualunque altro lavoro.  

 

Fonte: Aung Myo Chit

 

All'inizio dell'anno, 25 pachidermi sono stati massacrati in prossimità del delta di Ayeyawady, a sud-est di Myanmar. Nilanga Jayasinghe, che partecipa al programma di conservazione delle specie asiatiche lanciato dal WWF, legge in questo massacro un segnale d'allarme. L'anno scorso, sono stati trovati morti ben 16 elefanti. Tra gennaio e agosto 2017, sono più di 31 gli animali abbattuti.

 

Il traffico di pelle potrebbe mettere seriamente in pericolo la popolazione asiatica di elefanti: maschi e femmine sono ormai lo stesso bersaglio, riducendo così le possibilità di riproduzione dei pachidermi. Se le cifre dovessero risultare costanti, la specie potrebbe essere rapidamente portata sulla via dell'estinzione.

 

Fonte: Alex Hofford

 

Monica Wrobel, direttrice dell'associazione Elephant Family, spiega che i mercanti utilizzano una tecnica molto semplice: chiedono al compratore di descrivergli il male da cui è afflitto, prima di assicurargli che la pelle di elefante aiuterà a guarirlo. Oltre alla medicina tradizionale, questa pelle può ugualmente essere utilizzata per fabbricare dei gioielli, che sono sempre più apprezzati. La classe media cinese, amante degli oggetti che derivano dal massacro di questi animali, alimenta la crescente domanda di pelle d'elefante.

 

Le somme raggiunte da questo business sono già impressionanti. 500 grammi di pelle non trattata possono raggiungere un montante di circa 300 euro. Scuoiare un elefante intero può portare fino a 25 000 euro, la stessa cifra per un cucciolo di elefante venduto ad una società di turismo o di intrattenimento.

 

Fonte: Elephant Family

 

Di fronte a questa minaccia, il governo di Maynmar intende organizzare una difesa dei propri pachidermi. Entro il 2020, il governo ha promesso la chiusura di 20 mercati sulla frontiera con la Cin, oltre che ad un ancora abozzato piano di conservazione degli elefanti a livello nazionale. Anche il WWF prende delle misure: ha formato 44 guardie forestiere e già arrestato 13 bracconieri. Un primo passo verso la protezione a scala mondiale degli animali.

 

Fonte: National Geographic

 

* * *

Noi di Holidog vogliamo migliorare la vita degli animali da compagnia: ti aiutiamo a trovare una famiglia che si prenda cura del tuo cucciolo quando sei in viaggio (prova il servizio di petsitting) e a renderlo felice con una scatola regalo mensile piena di giochi e snack golosi (ottieni una scatola gratis). Grazie per la tua fiducia!

 

ADVERTISING