Storie appassionanti

Dopo 5 mesi, questi cani salvati dal macello piangono ancora alla vista di un umano

Profondamente segnati da mesi trascorsi in un allevamento di cani destinati al macello, nella Corea del Sud, questi cinque cani portano ancora le conseguenze della terribile esperienza, molto tempo dopo.

 

Nel prima parte della loro vita, hanno vissuto rinchiusi in gabbie fatiscenti e sottoposti a maltrattamenti. Dolore che ancora oggi associano con gli umani al punto tale che all'avvicinarsi di una persona qualunque iniziano a piangere e tremare. Indelebile il terrore di quelle mani umane che strappavano i loro simili dalle gabbie per poi metterli a morte.

 

trauma_troopers_korea_dogs_2Fonte: Nami Kim

 

Anche se ormai salvi da cinque mesi, i cuccioli sembrano incapaci di sentirsi al sicuro.

 

L'associazione Save Korean Dogs, diretta da Nami Kim, ha organizzato il recupero del cosiddetto "gruppo traumatizzato" inviando i cani in rifugi diversi, dandogli il tempo di recuperare prima di decidere di riunirli di nuovo dopo mesi di separazione.

 

trauma_troopers_korea_dogs_1Fonte: Nami Kim

 

Più di 80 000 cani destinati alla consumazione vengono venduti ogni anno nella Corea del Sud. Nami Kim lavora a stretto contatto con le autorità e gruppi di animalisti locali per riuscire a ottenere la chiusura del maggior numero possibile di allevamenti della vergogna.

 

Nel 2015, l'associazione ha salvato 960 cani e fatto chiudere sei allevamenti e tre ristoranti. Risultati ancora minori se si considera la quantità di carne canina consumata annualmente nel paese, ma esiti incoraggianti sulla strada per il futuro divieto di allevare "cani da reddito".

 

trauma_troopers_korea_dogs_3Fonte: Nami Kim

 

Per raggiungere il loro scopo, la Korean Dogs cerca di sensibilizzare l'opinione pubblica sull'argomento.

 

Per quanto riguarda il quintetto, solo il tempo e la pazienza di una famiglia potranno aiutarli a superare l'incubo del loro passato. Per unirvi alla lotta dell'associazione di Nami Kim, potete cliccare qui.

 

Se volete vedere la Save Korean Dogs all'opera, non perdetevi il salvataggio qui sotto:

 

 

Fonte: The Dodo

ADVERTISING