News

Denutrita, questa mamma da riproduzione era costretta ad allattare i cuccioli fino allo sfinimento

La terribile scoperta di un rifugio di Charleroi, Belgio, è la conferma delle conseguenze tragiche che il traffico di animali può avere su quest'ultimi.

 

Insospettiti da un annuncio di vendita di cuccioli online, gli ispettori del rifugio si recano all'indirizzo indicato. Giunti sul luogo, è uno spettacolo desolante ad attenderli: una mamma di otto cuccioli, talmente magra che le ossa sporgevano dalla pelle.

 

In condizioni critiche, la cagnolina è stata trasportata presso la clinica veterinaria più vicina. Il proprietario la sfruttava come "macchina da riproduzione", costringendola a una successione di gravidanze forzate al fine di trarre profitto dalla vendita dei cuccioli.

 

souvret-chienne-1 Fonte: DH.net

 

Nonostante fosse costretta ad allattare, la cagnolina non veniva nutrita in modo adeguato per avere la forza di adempiere un compito estenuante. Infastidito dall'intromissione del rifugio, l'allevatore ha accusato la squadra di soccorso "di essere la rovina del mondo".

 

La cagnolina pesava 10 kg in meno rispetto al peso medio di una cane della sua razza ed età. Al momento, sta seguendo una dieta ricostituente al fine di recuperare le forze e la salute.

 

Un caso che diventa monito contro la vendita di cuccioli online e attraverso i social network, la cui facilità spinge persone prive di scrupoli a trasformare degli animali in mera fonte di guadagno, indifferenti alla loro salute e dignità di essere viventi. Il vice-direttore del rifugio di Charleroi, Nathalie Van Namen, racconta:

 

Abbiamo già salvato animali nel suo stato in passato e siamo fiduciosi. La cagnolina resta affettuosa con gli umani nonostante quello che ha passato.

 

souvret-chienne-2Fonte: DH.net

 

Sull'onda di questa storia,  il rifugio ha colto l'occasione per ricordare alle persone che desiderano accogliere un cane o un gatto nella propria vita, che gli animali non sono oggetti da mercificare. I rifugi restano pieni di animali che attendono una seconda possibilità. Oltre a salvare una vita, adottare significa combattere la realtà dello sfruttamento di animali da riproduzione.

 

souvret-chienne-3Source : SPA de Charleroi

 

 

Per conoscere il rifugio più vicino a voi, potete recarvi sul sito dell’ENPA, della Lega Nazionale per la Difesa del Cane o dell'OIPA.

 

Via : DH.net

ADVERTISING