In loro difesa News

Colpisce violentemente al volto un canguro in un video diventato virale. Un’inchiesta è stata aperta

Un video che ha suscitato vaste polemiche in rete: pubblicato su Youtube lo scorso 4 dicembre, la sequenza ritrae un giovane australiano nell'atto di sferrare un pugno a un canguro.

 

Nei secondi che precedono il gesto, il canguro attacca il cane dell'uomo nel mezzo di una battuta di caccia nel Nuovo Galles, nell'Australia meridionale.

Greig Tonkins si interpone tra i due animali e colpisce violentemente al volto il marsupiale, che stordito, si dà alla fuga.

 

 

Dal momento della sua apparizione online, il video – visualizzato da oltre 36 milioni di persone – non smette di alimentare la polemica. Se in molti sottolineano la legittimità del gesto dell'uomo accorso in aiuto del cane minacciato, altri condannano la sua azione senza possibilità d'appello.

 

Infatti, quando l'uomo interviene, il canguro si era già allontanato dal cane, ormai fuori pericolo. Difficile quindi giustificare il gesto come reazione spontanea, essendoci un intervallo di riflessione di alcuni secondi prima dell'intervento dell'uomo.

 

homme-frappe-kangourou-1Fonte: Youtube/ViralHog

 

L'associazione di difesa degli animali PETA è categorica nella sua sentenza: l'uomo deve essere perseguito giuridicamente:

 

Ha colpito il canguro quando aveva già lasciato il cane. Si trattava di un gesto non necessario. Quest'uomo non solo si è reso colpevole di aver aggredito un animale selvaggio – ferendolo al volto -, ma anche di aver messo in pericolo la vita del proprio cane cacciando.

 

In un comunicato ufficiale relativo all'accaduto, PETA elenca le conseguenze per l'animale. Stando alla ONG, il canguro potrebbe sviluppare delle complicazioni cardiache: in gergo medico, si tratta della sindrome di tako-tsubo, che scatena disturbi cardiaci in questi animali in seguito a un forte stress emozionale.

 

homme-frappe-kangourou-3Fonte: Youtube/ViralHog

 

Anche se un animale non sembra aver riportato conseguenze fisiche al momento, il trauma "li condanna a una morte dolorosa, dopo giorni di sofferenza", conclude PETA. Pertanto, l'associazione si è detta soddisfatta quando la RSPCA (Royal Society per la Salvaguardia della Fauna Selvatica) ha aperto le indagini per verificare le condizioni dell'animale.

 

Quanti credono nei diritti degli animali auspicano per un processo affinché l'uomo risponda di crudeltà nei confronti di animali.

 

In risposta alle accuse, Greg Bloom, che ha filmato la scena, ha dichiarato al sito australiano WA Today che il suo compagno di caccia non aveva alcuna intenzione di ferire il canguro:

 

Il colpo inferto ha lasciato l'animale attonito, dando al proprietario del cane il tempo di fuggire.

 

Una versione dei fatti che stenta a convincere il presentatore televisivo David Campbell, che richiede il licenziamento di Greig Tonkins, impiegato come guardiano presso lo zoo di Taronga Western Plains:

 

Sapeva di essere filmato. Una volta che il suo cane è stato liberato, la sua prima reazione non è stato fuggire, ma affrontare e colpire il canguro.

 

homme-frappe-kangourou-2Fonte: Youtube/ViralHog

 

Le opinioni restano divise. Tuttavia, costringere il proprio cane a partecipare a una partita di caccia di animali selvaggi incoraggiandolo a rintracciarli ed abbatterli resta un gesto irresponsabile e crudele.

 

Fonte: PETA

ADVERTISING