Beagle

Amatissimo cane da caccia davvero instancabile, il Beagle è famoso per essere il cane di famiglia perfetto, a patto che si abbia la pazienza di sopportare la sua testardaggine.

 

Origini del Beagle

 

La storia del Beagle è lunga e movimentata. Tracce scritte attestano la presenza di cani simili ai Beagle nella Grecia Antica, a partire dal V secolo a.C. Da lì si sarebbero diffusi fino alla Bretagna romana (l'attuale Gran Bretagna) grazie alla dominazione dell'Impero romano.

 

Esistono poi tracce della presenza di un documento con delle leggi riguardanti i Beagle nel XI secolo in Inghilterra sotto il regno di Knut I. Non possiamo confermare questo dato poiché questi documenti non sono mai stati ritrovati.

 

Tra i suoi antenati, il Beagle sembra annoverare anche uno dei cani importati da Guglielmo il Conquistatore, che introdusse in Inghilterra il Talbot, cane oggi estinto. Grazie ad un gioco di incroci, sono nate due nuove razze: il Segugio del Sud e il Segugio del Nord, per la caccia alla lepre.

 

Nel XVIII secolo, la caccia alla volpe diventò uno degli sport più popolari, e di conseguenza i Segugi del Nord e Sud divennero sempre meno ricercati. Per renderli più potenti e prestanti, sono stati incrociati con i segugi per volpi inglesi. In crollo demografico impressionante, rimasero solo alcuni esemplari di cani piccoli tipo Beagle, utilizzati per la caccia alla lepre.

 

Fu solo nel 1830, che il Beagle che conosciamo oggi ha incominciato ad essere allevato, grazie a Phillip Honeywood. Creò una muta di Beagle nell'Essex, composta quasi sicuramente da Segugi del Sud e del Nord.

 

Un manuale cinologico del 1856, divideva il Beagle in quattro categorie differenti, in funzione della taglia. Ma tutti gli sforzi degli allevatori hanno portato i loro frutti, e il Beagle fu definitivamente salvato dall'estinzione alla fine del XIX secolo. Il Beagle Club nacque nel 1890 in Inghilterra. Nel XX secolo è già famoso in tutto il mondo.

 

Durante le Guerre mondiali, come molte altre razze, la popolazione dei Beagle è scesa a livelli vertiginosamente bassi, ma il lavoro degli allevatori ha fatto sì che non scomparisse.

 

Dagli anni 50, il Beagle continua ad essere un cane estremamente popolare. Da più di 30 è una delle 10 razze più popolari in America, ed è molto popolare anche in Italia. Famosissimo anche grazie ai fumetti dei Peanuts di Charles M. Schulzdove a fianco di Charlie Brown troviamo Snoopy, un Beagle.

 

Aspetto

 

Il Beagle è un cane di taglia media, tra i 33 e i 40 cm al garrese in funzione del sesso, dalle proporzioni armoniose. Le zampe sono proporzionate e muscolosi, il corpo è compatto.

 

Il cranio del Beagle è bombato, il muso quadrato e il naso è nero nella maggior parte dei casi. Le orecchie sono grandi, dalle estremità arrotondate e cadono di lato fino a raggiungere il livello della bocca. Gli occhi sono grandi, di color marroni o più scuri. La coda del Beagle è corta, spessa e dritta quando il cane è in movimento. Sfoggia una punta caratteristicamente bianca.

 

Manto

 

Il pelo del Beagle è corto, denso e resistente alle intemperie. Il più diffuso tra i colori è il tricolore, nero, marrone e bianco, ma esistono anche esemplari bicolori, bianchi con macchie colorate, molto spesso rossicce.

 

chiot beagleFonte: American Kennel Club

 

Carattere

 

Il Beagle è un cane estremamente dolce, gentile e pacifico. È un cane intelligente, anche se a volte è un po' testardo, soprattutto quando segue una pista. Hanno la tendenza a scappare, ma può essere corretta con un buon addestramento. Il Beagle è un cane affettuoso, e va d'accordo con gli altri animali. A volte, è diffidente con gli estranei. 

 

Il Beagle è un cane che ama giocare, ed è un eccellente compagnia per i bambini.

 

Sfortunatamente la sua natura dolce non lo aiuta sempre, visto che è uno dei cani più utilizzati per gli esperimenti in laboratorio.

 

Salute e cure

 

La speranza di vita di un Beagle è di circa 12 anni. Non ha particolari problemi di salute, ma potrebbe soffrire di ipotirodismo.

 

È anche predisposto all'obesità, mangia tutto quello che gli capita a tiro. Tenetelo d'occhio, soprattutto se il cane è anziano o fa poco movimento. Per evitare le infezioni anche le orecchie necessitano di essere controllate regolarmente. 

 

Attenzioni

 

Il pelo del Beagle non necessita di molte attenzione, e sarà sufficiente spazzolarlo una volta ogni due settimane. Più impegnative invece sono le orecchie, che devono essere pulite almeno una volta al mese.

 

Il Beagle ha bisogno di muoversi molto. Può vivere in città, ma preferirà sempre la campagna, dove può correre libero. Si adatta facilmente però a una passeggiata giornaliera.