In loro difesa

Arriva la prova inconfutabile del viaggio infernale degli animali sulle navi per il trasporto di bestiame. Le associazioni esigono regole più rigide.

ADVERTISING

(Attenzione, alcune immagini potrebbero urtare la vostra sensibilità.)

 

L'inferno non è sulla Terra, ma in mare. In questo caso, l'espressione non è esagerata per descrivere le condizioni indecenti a cui sono sottoposti gli animali  trasportati in barca dall'Africa o dal Medio Oriente fino all'Europa.

Fonte: Animal Welfare Foundation

 

Le associazioni tedesche e svizzere Animal Welfare FoundationTierschutzbund Zürich, per tre anni hanno guidato un'inchiesta sulle navi merci, raccogliendo materiale grazie telecamere nascoste sui mezzi. Le immagini sono state caricate online dall'ONG Compassion in World Farming (CIWF), e ripubblicate dal giornale francese Le Monde. Sono state ispezionate 9 navi merci in tutto. Il verdetto non lascia spazio a giustificazioni: solo uno dei mezzi ispezionati era abilitato al trasporto di animali. Quanto alle modifiche apportate per trasformare questi battelli in navi per il trasporto bestiame, erano assolutamente inadatte.

 

Rampe di carico e scarico troppo in pendenza, spigoli vivi, illuminazione inadeguata, ventilazione e sistema di abbeveramento difettosi, lettiere insufficienti o di scarsa qualità, recinti stipati e a volte talmente bassi che gli animali non possono nemmeno alzare la testa… 

 


Fonte: Animal Welfare Foundation

 

Queste immagini strazianti parlano da sole. Mucche e pecore sono sottoposte a un calvario di più giorni, senza acqua, né cibo, né sonno, andando contro ogni legge sulla tutela del benessere dell'animale. La CIWF afferma :

 

Non ci sono responsabili a bordo per valutare la salute degli animali o assicurarsi che vengano trattati secondo le leggi europee. Nessun diario di bordo riporta i decessi, le nascite, le ferite o altri problemi di salute riscontrati dagli animali durante il viaggio in mare. 

 


Fonte: Animal Welfare Foundation

 

Non sono presenti veterinari a bordo, e le azioni violente dei membri dell'equipaggio passano assolutamente impunite. Alcuni animali, troppo deboli, contraggono delle malattie che le portano alla morte. I cadaveri vengono semplicemente buttati in mare, ma non prima di essere stati sventrati, così da affondare più velocemente. Tra il 2013 e il 2016, sarebbero stati gettati nel Mediterraneo 24.000 animali.

 

Fonte: Animal Welfare Foundation

 

Di fronte a questa situazione, la CIWF chiede che vengano presi presto dei provvedimenti e lancia un appello al ministro dell'Agricoltura, Stéphane Travert. In primo luogo, l'associazione esige  che "le disposizioni sul trasporto marittimo vengano regolamentate e applicate con maggior rigore, e che vengano nominati dei responsabili per la protezione degli animali, obbligatoriamente presenti in tutte le traversate".

 

La CIWF chiede anche che il regolamento 1 / 2005, che riguarda il trasporto via mare, venga corretto, con la speranza che l'esportazione di animali vivi venga vietata fuori dall'Unione Europea.

 


Fonte: Animal Welfare Foundation

 

Una manna finanziaria colossale

 

Ogni anno, più di 37 milioni di bovini, maiali, ovini ed equini così come miliardi di volatili, solo esportati nell'UE. Inoltre, 3 milioni di animali vengono spediti verso il Maghreb, dal Medio Oriente o dall'Africa.

 

Fonte: CIWF

Lo scenario è sempre lo stesso: animali schiacciati gli uni contro gli altri, senza acqua né cibo e costretti a viaggiare fino a 5 giorni.

 

La CIWF, appoggiata da altre associazioni come l’OABA e la Fondation 30 Millions d’Amis, ha, negli ultimi anni, avanzato diverse proposte per permettere un cambiamento veloce ed efficace. Per riportare alcuni esempi: divieto di transizione se superate le 8 ore di viaggio, un maggior controllo all'interno dell'UE e un'aggravamento delle sanzioni previste per i trasportatori che infrangono le regole.

 


Fonte: CIWF

 

Per guardare il video delle associazioni, cliccate in basso :

 

Fonte principale: Le Nouvel Obs

 

* * *

Noi di Holidog vogliamo migliorare la vita degli animali da compagnia: ti aiutiamo a trovare una famiglia che si prenda cura del tuo cucciolo quando sei in viaggio (prova il servizio di petsitting) e a renderlo felice con una scatola regalo mensile piena di giochi e snack golosi (ottieni una scatola gratis). Grazie per la tua fiducia!

ADVERTISING

About the author

Elena Tinti