Vivere con loro

Amiloidosi renale del gatto : quali sono le razze colpite e i sintomi?

ADVERTISING

L'amiloidosi renale del gatto è una malattia genetica incurabile che colpisce le razze di gatto orientali.  Provoca un'insufficienza renale irreversibile che porta inevitabilmente al decesso dell'animale.

 

Per fare avanzare le ricerche sull'amiloidosi felina e permettere di sviluppare un test per il depistaggio del gene portatore della malattia, è importante conoscerla, capire come si trasmette e le sue conseguenze.

 

Cos'è l'amiloidosi renale felina ?

 

L'amiloidosi è una malattia genetica che può colpire i gatti Abissino, Somalo, Siamese o Foreign WhiteÈ provocata da una mutazione genetica che viene trasmessa di generazione in generazione. 

 

La mutazione genetica può portare a un cambiamento positivo, o a pericolo limitato, in una famiglia o in una specie. Nelle razze di gatti come il Muchkin si sono sviluppate delle mutazioni genetiche senza conseguenze gravi sulla salute del gatto, che sono state volontariamente riprodotte dagli allevatori.

 

A volte, per essere sicuri che questi nuovi geni si trasmettano a tutti gli individui di una nuova razza, è necessario creare una consanguineità tra i primi gatti della razza. Il Devon Rex o il Cornish Rex  sono razze feline ad alto tasso di consanguineità.

 

Impedendo ai gatti di trarre beneficio da una grande varietà genetica, si aumenta di molto il rischio di creare nuove mutazioni, pericolose a volte, che probabilmente non avrebbero alcuna influenza su un numero ridotto di gatti se si fosse sviluppata in natura.

 

La mutazione genetica all'origine della amiloidosi nei gatti orientali è una di queste. La malattia è molto difficile da diagnosticare, è stata a lungo ignorata dagli allevatori e oggi minaccia moltissime razze feline.

 

Quando si manifesta, questa malattia provoca l'accumulo nell'organismo di sostanza amiloide (un insieme di proteine che l'organismo non riesce a espellere). La sostanza amiloide si deposita generalmente nei gatti nei reni e nel fegato.

 

Si accumula fino a impedire il normale funzionamento degli organi e uccide il gatto in qualche mese o anno.

 

amyloidose du chat

 

Quali sono i sintomi dell'amiloidosi del gatto ?

 

I sintomi dell'amiloidosi nel gatto dipendono dalla razza alla quale appartiene.

 

Sono simili per i gatti Abissino e Somalo, nei quali la malattia colpisce principalmente i reni, il fegato e la milza. I sintomi sono i seguenti :

 

  • Come per una normale insufficienza renale, il tasso di urea e di creatinina sanguigna aumenta nei gatti malati.
  • Fa pipi molto più frequentemente.
  • Beve più del normale.
  • Perde peso.

 

I sintomi sono simili anche per i gatti Siamesi e Foreign White, nei quali la malattia colpisce principalmente il fegato e la tiroide. I sintomi sono i seguenti :

 

  • Il gatto ha delle emorragie sotto-capsulari (ovvero del fegato)
  • Ha un tasso di ALAT elevato, come nei casi di epatite, cosa che indebolisce le difese immunitarie.
  • Soffre di problemi gastro-intestinali.
  • Può anche portare a un'insufficienza renale cronica.

 

In tutti i gatti colpiti, la malattia si manifesta tra l'uno e i cinque anni e l'età media del decesso è quasi sei anni per gli Abissini, e di cinque anni per le altre razze. Alcuni gatti sono morti a 14 anni negli Abissini e a 10 nelle altre razze.

 

Come prevenire l'amiloidosi renale nei gatti ?

 

I gatti portatori del gene dell'amiloidosi possono anche non ammalarsi mai. Possono trasmettere però la malattia ai loro discendenti, ecco perché è importante poter depistare l'amiloidosi nelle razze minaccia. Evitare la riproduzione del gene permetterà di far scomparire la malattia.

 

Per il momento non è possibile diagnosticare con certezza questa malattia nei gatti senza evitare una biopsia renale, un operazione molto pesante per un gatto già malato. Prevenire l'amiloidosi in un gatto portatore del gene è quindi impossibile.

 

Attualmente sono incorso degli studi di ricerca per tentare di identificare il gene portatore della malattia. I gatti malati e sani vengono studiati in ogni razza suscettibile a essere colpita dalla malattia.

 

Se siete proprietari di un Abissino, di un Siamese, di un Somalo o di un Foreign White, potete partecipare alla ricerca. In caso di decesso del vostro gatto, potete contattare il laboratorio ANTAGENE.

 

Sarà necessario inviare, con l'aiuto del vostro veterinario : una provetta di sangue, una copia del pedigree, la cartella clinica, un certificato di prelievo, un pezzetto di fegato e di reni e un frammento di tessuto (lingua per esempio).

ADVERTISING

About the author

Victoria Bach