Storie appassionanti

Abbandonato, ha subito una terribile operazione. Oggi ritrova la normalità grazie a queste donne

ADVERTISING

Nonostante la sua tenera età, Braille ha dovuto affrontare delle dure prove.

 

Questo batuffolo di pelo grigio e bianco è stato ritrovato abbandonato per strada lo scorso giugno, a Philadelphia, prima di essere trasportato in un centro per animali della città.

 

blind-kitten-braille-1Fonte: @HuffingtonPost

 

Poche settimane appena, soffre di una grave infezione respiratoria che si estende agli occhi, tanto da causarne la cecità.

 

Dopo essere arrivato al rifugio, le condizioni del gattino, battezzato Braille, sono serie: l'eccessiva magrezza e la presenza di parassiti aggravano il suo già compromesso stato di salute.

 

Ma sono gli occhi a preoccupare maggiormente i veterinari, che tentano di curarlo somministrandogli un trattamento antibiotico e gocce disinfettanti ogni quattro ore.

 

blind-kitten-braille-2Fonte: @HuffingtonPost

 

Erin Signor, uno degli impiegati del centro, ricorda quei momenti:

 

Era difficile per lui mangiare e respirare. Ha continuato a tremare per i primi tre o quattro giorni. Mi piangeva il cuore osservando quel gattino soffrire, assopito in uno stato letargico.

 

Tuttavia, collega e amica di Erin, Sara Konnecke, è convinta che il gattino possa farcela e meriti una possibilità.

 

blind-kitten-braille-4Fonte: @DailyMail

 

La strada verso la guarigione possibile, ma a caro prezzo: gli occhi dovevano essere estratti. Saranno proprio Erin e Sara che lo accoglieranno nel post-operazione.

 

Le donne non risparmiano coccole e attenzioni al piccolo Braille, che, inaspettatamente, trova fin da subito la forza di ricambiarle. Come raccontano:

 

Quando l'abbiamo portato a casa, ci ha fatto le fusa per la prima volta! Da allora, i suoi progressi sono stati continui. 

 

blind-kitten-braille-3Fonte: @HuffingtonPost

 

Nonostante sia cieco, Braille ha una forte personalità:

 

E' tenerissimo! Adora saltare, giocare, e non è spaventato all'idea di arrampicarsi in alto.

 

Ora che sembra aver superato la malattia, Braille conduce la vita di (quasi) un qualunque altro felino. Non gli resta altro che trovare una famiglia adottiva che superi il vaglio delle sua affezionate Erin e Sara, entrambe ormai molto legate alla palla di pelo:

 

Fra qualche mese sarà possibile adottarlo… Ma non siamo sicure che riusciremo a separacene!

ADVERTISING

About the author

Elena Bissacco