In loro difesa News

24 pony condannati crudelmente a morire di fame dalla proprietaria. Li salvano in extremis

"Il più grande salvataggio mai messo in atto".

 

Così l'associazione Redemption Road Rescue definisce l'operazione compiuta il mese scorso a Jacksonville, nel Tennessee, durante la quale sono stati salvati 25 cavalli e pony ridotti in uno stato indescrivibile.

 

25-poneys-1Fonte: LCI  

 

Gli animali, soccorsi in extremis da una squadra specializzata nel recupero di equini, presentano segni di malnutrizione e quel che è peggio, di maltrattamento. I 19 pony e i 5 cavalli vengono sottoposti a cure veterinarie intensive, tranne uno, che purtroppo soccombe poco prima del sequestro.

 

Qualche giorno dopo il salvataggio l'associazione aveva comunicato sulla propria pagina Facebook:

 

La maggior parte di loro continua a portare i segni della fame. Ma grazie ai veterinari e al percorso riabilitativo stabilito, stanno tutti migliorando.

 

25-poneys-2Fonte: LCI

 

Le foto scattate nei giorni che seguono testimoniano il disumano trattamento di cui sono stati vittime: le ossa sporgenti, le labbra disidratate, gli zoccoli crepati… La morte l'avevano vista da vicino.

 

Il motivo per cui vivessero in un tale degrado non è stato ancora stabilito… Al momento, la proprietaria resta in attesa di essere processata il prossimo 19 settembre con l'accusa di atti di crudeltà nei confronti di animali.

 

25-poneys-6Fonte: LCI

 

La donna, 54 anni, si sarebbe giustificata dicendo di avere salvato gli animali da un camion diretto al macello… In realtà, il suo nome era già noto al Dipartimento per la salvaguardia dell'ambiente americano per alcuni casi di maltrattamento animale.

 

Qualunque siano i risvolti giudiziari, la cosa fondamentale è che gli animali siano stati tratti in salvo: l'associazione Redemption Road Rescue si è impegnata ad aiutarli, e le gentili donazioni dei privati sono un prezioso sostegno.

 

25-poneys-7Fonte: LCI

 

Alcuni di loro sono già disponibili all'adozione, mentre gli altri continueranno la loro convalescenza in mani esperte.
Per aiutarli nel loro percorso di guarigione, potete donare qui (sito in inglese).

 

Fonte: LCI
ADVERTISING