In loro difesa

106 cavalli finalmente salvati da un allevamento dove vivevano in “condizioni pietose”

ADVERTISING

Lunedì 22 gennaio, in Vandea, un dipartimento francese della regione dei paesi della Loira, l'associazione Fondation 30 Millions d'Amis e la polizia locale sono intervenute in un allevamento di cavalli in pericol0.

 

Moltissime associazioni francesi di difesa degli animali si sono mobilitate per portare in salvo 106 cavalli. Tra i gruppi che hanno soccorso gli animali, la DDPP (Direzione dipartimentale della protezione delle popolazioni) di Vendea e l’IFCE (Instituto francese del Cavallo e dell'equitazione), la Fondation Brigitte Bardot e ancora molte altre.

 

Fonte: 30 Millions d'Amis

 

Di proprietà di una coppia di allevatori, i soccorritori sono intervenuti d'urgenza nella struttura in seguito ad una segnalazione, che chiedeva aiuto per salvare un centinaio di cavalli in pericolo.

 

Secondo l'associazione 30 Millions d'Amis, che diffonde la notizia direttamente dal suo sito internet, i cavalli presenti nell'allevamento vivevano in "condizioni pietose".

 

Affamati e assetati, alcuni di loro erano feriti e la maggior parte non aveva ricevuto nemmeno le cure più basilari. A peggiorare la situazione già critica, alcuni cadaveri che sono stati ritrovati sul luogo, aumentando lo stato di emergenza del nostro intervento. 

 

Di fronte alla gravità della situazione, l'associazione è dovuta intervenire con estrema urgenza per poter portare i cavalli in sicurezza e fornirgli finalmente le cure necessarie per rimetterli in sesto.

 

Fonte: actu.fr

 

Reha Hutin, presidentessa dell'associazione Fondation 30 Millions d’Amis, s'indigna :

 

Da anni siamo a conoscenza del terribile trattamento ricevuto da questi animali… Ancora una volta, mi lascia senza parole il ritardo delle autorità ad intervenire! Ora, però, l'importante è che tutti i cavalli vengano portati in salvo e sequestrati a questi allevatori, per impedirgli di ricominciare. 

 

Infatti, giuridicamente, le associazioni di difesa e protezione degli animali non hanno il diritto di intervenire, se non su concessione delle autorità statali. In caso di negato consenso, le associazioni non possono soccorrere gli animali bisognosi d'aiuto.

 

Fonte: Ouest France

 

In questo caso, la mobilitazione dell'associazione è stata concessa dal tribunale di Sables d'Olonne.

 

I cavalli saranno sistemati in una pensione per animali, in modo da poter essere curati e gradualmente sfamati.

 

Al momento, la coppia di allevatori si trova in stato di fermo di polizia.

 

In Italia, l'artciolo 544-bis del Codice Penale prevede una pena dai 2 mesi ai 4 anni di reclusione con una pena fino ai 30 000 per chi compie animalicidio. Una pena insufficiente se si pena alle sanzioni riservate ad altri delitti.

 

* * *

Noi di Holidog vogliamo migliorare la vita degli animali da compagnia: ti aiutiamo a trovare una famiglia che si prenda cura del tuo cucciolo quando sei in viaggio (prova il servizio di petsitting) e a renderlo felice con una scatola mensile piena di giochi e snack golosi (la adorerà). Grazie per la tua fiducia!

ADVERTISING

About the author

Elena Tinti